QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Malonno: grande commozione per la morte di Luisella Mariotti. Il paese è sotto shock

lunedì, 2 marzo 2015

Malonno – Non ci sono parole. Il paese camuno è in lacrime e su Facebook è grande la commozione. Ecco alcuni messaggi per ricordare Luisella Mariotti (nella foto), nota come Lella e conosciutissima in Valle Camonica per la sua attività.

“Non ci credo…Mi mancherà il tuo sorriso e la tua cortesia con immensa commozione”, è il pensiero di una caraluisella mariott amica. Gli altri messaggi: “Un abbraccio forte. Rimarrà indelebile il tuo contagioso sorriso..”; ”E il nostro caffè? Dovevi venire a vedere la nostra casetta…. non ci posso credere…. CIAO LELLA“;  ”Ciao Luisella un abbraccio ai tuoi meravigliosi genitori, alla tua Annalisa a Linda e a tuo fratello”; “Un abbraccio forte. Rimarrà indelebile il tuo contagioso sorriso…”.

La comunità di Malonno, Sonico ed Edolo dove Luisella Mariotti era conosciutissima è sotto shock per la sua improvvisa scomparsa in una tragedia che deve ancora essere ricostruita nei dettagli.

Infatti stanno indagando gli agenti della Polizia Stradale di Darfo Boario e del compartimento di Brescia. All’origine dello schianto potrebbe esserci stato anche un sorpasso in galleria, un’ipotesi che è al vaglio degli agenti della Polizia stradale.

IL  RICORDO DI FABIO DE FILIPPI

Commozione a San Zeno Naviglio per la morte di Fabio De Filippi, presidente della società di basket e conosciutissimo per la sua passione sportivo. I messaggi inviati a familiari sono numerosi. “Ciao Fabio…difficile trovare le parole…conoscerti e condividere con te la passione per il basket e per la vita è stato un privilegio. Condoglianze alla società e alla famiglia…”, altri messaggi di vicinanza alla famiglia e il basket è in lutto. Sospese le attività in questa settimana.

LA TRAGEDIA

Tutta la Valle Camonica è sotto shock per l’ennesimo incidente stradale sulla Statale 42 del Tonale. Questa volta la tragedia ha assunto dimensioni enormi: due morti, tre feriti gravi, tra cui un ragazzino gravissimo e sette feriti lievi. Senza considerare le sei auto coinvolte nell’incidente che questo pomeriggio, pochi istanti prima delle 14, si è registrato nella galleria Montepiano, all’altezza di Breno, tra Cividate Camuno e Niardo. Traffico il tilt con ripercussioni da Lovere fino a Malonno, statale chiusa per ore. Polizia stradale di Brescia, carabinieri e di Darfo e i Vigili del Fuoco dei distaccamenti di Edolo, Breno, Darfo e Brescia al lavoro per tutto il pomeriggio e anche in serata. Riaperta solo in serata la statale 42.

ALTRO SCHIANTO

In serata un altro schianto è avvenuto sulla statale 42 a Esine. In uno scontro frontale, verificatosi all’altezza dell’ospedale, sono rimaste coinvolte una Mercedes Classe A e una Ford Fiesta, con solo feriti. la statale è rimasta chiusa per circa un’ora per consentire gli interventi di ambulanze 118, vigili del fuoco e polizia stradale che ha effettuato i rilievi di rito. Le conseguenze sono comunque ben diverse – solo feriti lievi – dello schianto avvenuto attorno alle 14 a Breno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136