QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malonno, dopo le frane la Regione interviene per sistemare le aree a rischio dissesto idrogeologico

mercoledì, 24 febbraio 2016

Malonno – Una mappa del dissesto idrogeologico in Valle Camonica: dopo Sonico tocca a Malonno (Brescia) che presto avrà un monitoraggio del territorio dopo le recenti frane. L’assessore regionale al Territorio, Viviana Beccalossi, ha messo in agenda una verifica – con tanto di sopralluogo. Venerdì scorso – durante la tappa a Sonico – l’assessore Beccalossi ha parlato di interventi complessivi  ”per superare le emergenze in Alta Valle Camonica e l’attenzione alle aree montane”.

Odecla 1

Infatti una nuova frana ha interessato Malonno e le piogge previste per il prossimo fine settimana preoccupano. Infatti dopo la messa in sicurezza del tratto di strada comunale che da Malonno sale a Loritto e la soddisfazione del sindaco Gelmi per l’intervento in tempi rapidi, una nuova frana ha interessato la strada (nella foto) per le frazioni di Odecla, Nazio e Moscio.

L’ordinanza firmata dal sindaco Gelmi stabilisce il divieto di transito e contemporaneamente sono state aperta le procedure per attivare un intervento di estrema urgenza da parte di Ster Brescia. Rispetto ad altri Comuni (Corteno Golgi) la situazione è nettamente migliore e così per i residenti è consentito il transito in alcune fasce orarie. I lavori dovrebbero concludersi in tre settimane.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136