QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malonno, dopo gli incendi il sindaco Gelmi traccia il bilancio: “Danni rimarranno per diversi anni”

venerdì, 18 dicembre 2015

Malonno – I danni sono ingenti. Il sindaco di Malonno, Stefano Gelmi, non nasconde il suo sgomento dopo l’incendio che ha devastato centinaia di ettari di boschi di cedui e conifere. “E’ stato devastato una parte importante del patrimonio boschivo del nostro territorio“, commenta il primo cittadino del paese camuno.

le torri Malonno

L’incendio dello scorso fine settimana, che ha visto impegnati oltre 80 uomini tra vigili del fuoco di Edolo, Protezione  Civile, volontari della squadre antincendio, Guardia di Finanza e carabinieri, è stato domato solo dopo 72 ore e in questi giorni è stata messa in sicurezza la zona boschiva interessata dalle fiamme, superiore a 250 ettari. Oggi un altro incendio, di minore entità, ha interessato la località camuna: sull’episodio proseguono le indagini, non è accertato il fatto che sia legato ai due di settimana scorsa.

L’auspicio – prosegue Stefano Gelmi – è che venga assicurato alla giustizia il piromane e in questo senso le forze dell’ordine si stanno impegnando per chiudere il cerchio di una pagina nera del nostro territorio“.incendio malonno bosco

Certamente – conclude Gelmi, che ha istituito un’unità di crisi per fronteggiare l’emergenza in municipio – per il recupero del patrimonio devastato ci vorrà del tempo e il gesto di quella o quelle persone è deplorevole, e ha provocato danni che ci porteremo per diversi anni“. L’attività investigativa dei carabinieri di Cedegolo prosegue per risalire all’autore o agli autori dell’incendio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136