QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Con le nuove opere Malonno cambierà volto. Il sindaco Gelmi: “Intervento importante per la comunità”

venerdì, 13 novembre 2015

Malonno – Il paese cambierà volto con le opere finanziate dai ’6000 campanili’. Malonno avrà nuovi collegamenti e sarà messa in sicurezza un’area importante con un collegamento tra il centro e la frazione Lava. “Sono lavori importanti per la nostra comunità”, commenta il sindaco di Malonno, Stefano Gelmi.

Il primo cittadino è soddisfatto dello sblocco di un importante cantiere, con il riassetto della viabilità comunale. I primi lavori sono iniziati a Malonno in piazza Repubblica, con l’adeguamento e la messa in sicurezza della viabilità comunale.

Lo stanziamento dei 6000 campanili che faceva parte della legge di stabilità del governo Letta, proposto per i Comuni sotto i 5000 abitanti, che in tutta Italia arrivano a circa 6000, interessa anche Malonno, 178esima ad aggiudicarsi così il finanziamento di 910 mila euro.

L’INTERVENTOMalonno lavori

Il progetto è redatto per interventi di adeguamento e messa in sicurezza di tratti della viabilità comunale sia veicolare che pedonale. Si possono distinguere due zone interessate all’intervento.

Le vie Adamello, Vallecamonica, Kennedy e Baitone nella nuova zona residenziale gravitante attorno al nuovo polo pubblico il cui perno è rappresentato da Piazza repubblica. La seconda zona d’intervento, nel centro dell’abitato, interessa le Vie IV Novembre, Matteotti e Via Torre.

Le opere nelle vie Adamello, Vallecamonica, Kennedy e Baitone

La zona è in espansione residenziale e commerciale. Attualmente l’area è parzialmente completata per quanto riguarda la viabilità veicolare e pedonale come evidenziato negli elaborati allegati allo studio progettuale. Mancano in gran parte tutti percorsi pedonali di servizio rappresentati dai marciapiedi con evidenti situazioni di non sicurezza per il transito pedonale.

Il progetto prevede interventi finalizzati al miglioramento della viabilità con il completamento e messa in sicurezza della via Baitone che attualmente è caratterizzata da strada in terra battuta mancante dei sottoservizi e necessari percorsi pedonali. Dal punto di vista della viabilità è previsto inoltre il completamento del tratto di via Adamello che collega la zona alla strada statale 42.

E’ previsto inoltre il completamento di tutti i marciapiedi e impianto di pubblica illuminazione. Alla realizzazione delle strutture di completamento destinate al transito è prevista la posa ove mancante a completamento di quella esistente di tutta la rete di sottoservizi, quali acquedotti, fognature, metano, Enel, Telecom e pubblica illuminazione.

Le opere in va IV Novembre, Matteotti e Torre

Le vie sono le principali arterie comunali di transito al centro dell’abitato. L’intervento in tale zona è mirato alla messa in sicurezza del transito pedonale in quanto il tratto terminale di Via Torre che si collega a Via IV novembre è completamente privo di marciapiedi con grave pericolo per i pedoni. Si evidenzia che la strada in oggetto collega l’abitato a Uffici pubblici, scuole dell’obbligo e centro storico dell’abitato con notevole percorrenza giornaliera di persone.

In tal senso si è prevista la realizzazione di marciapiede che collegandosi a quello terminale di via torre e a quello di Via IV novembre pone rimedio alla carenza ed alle situazioni di scarsa sicurezza sopra evidenziate. All’intervento di realizzazione del nuovo percorso pedonale si affiancano interventi di miglioramento della rete tecnologica di urbanizzazione interrata e di pubblica illuminazione.

“Con  queste opere – conclude il sindaco Gelmi – il paese cambierà volto e ci sarà un riassetto anche urbanistico visto che saranno collegate alcune aree del paese”.

L’impegno di spesa relativo all’intervento è di 910 mila euro, di cui 675 mila euro a base d’asta dell’appalto e 235 mila euro a disposizione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136