QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Malonno a rischio commissariamento, Pgt approvato in extremis. La parola passa alla Regione

venerdì, 2 gennaio 2015

Malonno (Fr. Col.) – Nelle prossime settimane, quando sarà valutata da Regione e dagli Enti preposti la ricca documentazione del Pgt, approvato in extremis dall’Amministrazione di Malonno, guidata dal sindaco Stefano Gelmi, si saprà se il paese camuno sarà commissariato.

Malonno era uno dei Comuni che doveva approvare il Pgt entro fine anno. E lo ha fatto, pur tra polemiche. Mancava la minoranza e da parte del sindaco Stefano Gelmi non sono mancate frecciatine. “Se Malonno verrà commissariata saranno i consiglieri di minoranza a dover rispondere all’intera comunità”, sono state le parole del sindaco Gelmi.

Tre consiglieri – Asticher e Moreschi dell’opposizione e l’ex assessore Bertoli - hanno disertato gli ultimi due consigli (23 e 30 dicembre)  e l’obiettivo era far emergere le contraddizioni del documento urbanistico. Il commissariamento però Malonno 1non è scongiurato, poiché il Piano arriva con sei mesi di ritardo e non è stato adottato in prima convocazione dell’assemblea comunale. La parola passa ad altri enti e le prossime settimane saranno decisive per l’eventuale arrivo del commissario.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136