QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

L’Unimog di Alex Caffi alla Dakar è l’apripista alla Malegno-Ossimo-Borno. Tanta curiosità tra il pubblico presente

domenica, 13 settembre 2015

Borno – Non è il suo habitat naturale perché preferisce pietre e deserti, ma grazie alla sinergia che quest’anno si è creata tra Aci Brescia e Squadra Corse Angelo Caffi, ecco che si è voluto aggiungere un ulteriore momento di spettacolo nei momenti che precedono il via delle due manche di gara del 45° Trofeo Vallecamonica.Unimog_Caffi_2

Non senza sollevare un certo stupore anche per le prestazioni di cui è capace, sia in gara 1 che in gara 2 è salito l’Unimog V400 con il quale Alex Caffi, Giulio Verzelletti e Antonio Cabini hanno disputato – terminandola – la Dakar 2013. Si tratta di un mezzo del peso di 7 tonnellate dotato di un motore turbo di 6.000 cc che eroga una potenza di circa 380 cavalli. La coppia molto elevata già ai bassi regimi di rotazione lo rendono performante quanto una Golf Gti.

La trazione integrale è permanente ed una delle particolarità è che dalla cabina si possono fare alcune operazioni che non richiedono la sosta, come ad esempio variare le pressioni degli pneumatici e provvedere al trasferimento del carburante dal serbatoio di scorta.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136