QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Lozio, tolto il presidio permanente, restano però i controlli per il pericolo di slavine

martedì, 21 gennaio 2014

Lozio – L’emergenza maltempo è stata superata, rimane solo il rischio valanghe. La situazione, secondo quanto comunicato dalla Protezione Civile, è sotto controllo. Il presidio dei volontari, tra cui quelli del Soccorso alpino, e l’unità di crisi in municipio, allestito nel pomeriggio di venerdì, è stato sospeso.

camaiore frane

La neve, secondo gli ultimi controlli dell’esperto nivologo della Provincia, si è compattata per la pioggia e il freddo della notte scorsa, anche se rimane un pericolo remoto in alta quota.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni, anche i rischi sono ora minori rispetto al peggio temuto nella giornata di domenica quando la montagna ha scaricato valanghe, che però non hanno raggiunto la strada provinciale.
I rischi sono ora i piccoli smottamenti e le situazioni a rischio, in particolare in via Amendola ad Angone. La zona è stata transennata per la parete rocciosa che scarica sassi e terra. Un sopralluogo dei tecnici sarà effettuata nelle prossime ore.

SMOTTAMENTI ANCHE IN TRENTINO

Nella notte in via Malvasia a Trento si è staccata una frana di circa dieci metri cubi di terra. Sul posto, attorno alle 2, vigili del fuoco e geologo della Provincia autonoma di Trento. Non c’è stata alcuna evacuazione, in mattinata un sopralluogo per la rimozione della terra e la messa in sicurezza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136