QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Lozio: piante fermatevi. Provocatoria ordinanza del sindaco contro l’Enel

giovedì, 5 settembre 2013

Lozio – “Alberi non potete crescere, fermatevi”. Sembra un messaggio biblico e invece è l’ordinanza, alquanto provocatoria, firmata dal sindaco del paese, Antonio Giorgi. L’ordinanza numero 10 del 2013 recita così: “Ad alberi, piante, ed ogni altra forma di vegetazione presente sotto e nelle immediate vicinanze della linea elettrica di media tensione che fornisce l’energia elettrica al territorio comunale di Lozio, di non crescere più al fine dmarmottai evitare che gli stessi vadano a danneggiare la linea elettrica suddetta”.  La provocazione del sindaco, che sta scatenando una serie di reazioni, è legata alla polemica con l’Enel. Il sindaco considerato che nel mese di agosto – il 10 e 19 agosto – si sono verificati distacchi prolungati di fornitura di energia elettrica all’interno del territorio comunale, causati, a detta della società di distribuzione di energia elettrica , dalla caduta di rami o altre parti di alberi e piante sulle linee elettriche di media tensione che collegano Lozio al fondo valle, ha pensato bene di emettere l’ordinanza. Diciamo creativa. Lo stesso primo cittadino la definisce – nell’ordinanza – “unica soluzione, affinché episodi di distacco totale della fornitura di energia elettrica non si verifichino più”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136