QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Losine, ordinanza del sindaco per la bollitura dell’acqua

martedì, 27 giugno 2017

Losine – Le famiglie di Losine (Brescia) hanno l’obbligo di far bollire l’acqua dell’acquedotto comunale. I violenti temporali degli ultimi giorni hanno provocato danni e il sindaco Mario Chiappini ha firmato l’ordinanza per la bollitura dell’acqua.
frana maltempo strade

Infatti le forti piogge dei giorni scorsi hanno provocato uno smottamento di materiale a nord dell’abitato di Losine e la frana ha danneggiato in parte l’acquedotto. Il primo cittadino – a scopo precauzionale – ha emanato l’ordinanza per la bollitura dell’acqua a scopi domestici. Sono in programma controlli dei tecnici comunali e ATS- ASST che dovrà certificare la potabilità dell’acqua.

I temporali hanno lasciato il segno in tutta la Valle Camonica: a Ono San Pietro, dove dei grossi massi si sono riversati nel torrente Plemort e hanno ostruito il ponticello della “Strada del monte”, causando danni alla viabilità e anche all’acquedotto che porta acqua a Ono. Il sindaco Elena Broggi ha chiuso la strada che porta alla località “Baite delle Mella”, dove ci sono decine di baite, seconde case ma anche le malghe di Cerveno e Capo di Ponte. I tecnici dello Ster regionale hanno effettuato un sopralluogo, mettendo a disposizione 40mila euro per il pronto intervento cioè per creare un bypass all’acquedotto. Per sistemare invece la strada e, quindi, riaprirla, il Comune conta sui fondi della Comunità montana.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136