QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Legge di Stabilità: appello dei sindaci bresciani al Governo

giovedì, 3 dicembre 2015

Ponte di Legno – Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, chiede ai parlamentari bresciani il sostegno necessario affinché gli emendamenti proposti dall’ Unione Province Italiane possano essere recepiti dal Governo e approvati.Pierluigi Mottinelli

Le richieste contenute negli emendamenti si possono così riassumere: favorire l’equilibrio corrente dei bilanci di previsione, utilizzando in tutto o in parte gli avanzi vincolati per trasferimenti dalle Regioni, in modo da avere più risorse nel 2016 da destinare al ripiano di eventuali disavanzi della parte corrente; consentire alla Province di utilizzare i proventi derivanti da alienazioni di beni e attività patrimoniali disponibili senza vincoli di destinazione, in modo da riportare in equilibrio il bilancio per l’anno prossimo; garantire maggiori risorse da destinare alle spese per la viabilità e per l’edilizia scolastica; escludere che nel processo di spending review venga coinvolto il patrimonio immobiliare degli Enti Locali. Un emendamento fornisce poi una copertura normativa certa degli accordi che le Regioni e gli Enti di Area Vasta stanno stipulando per il ricollocamento del personale di polizia provinciale; garantire la copertura, nel 2016, delle spese inerenti i disabili.

“Si tratta di tagli alle risorse necessarie alla Provincia per fornire servizi fondamentali quali gestione, manutenzione e messa in sicurezza di strade, scuole e ambiente – ha sottolineato il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli – per applicare la Legge Delrio è necessario allentare la morsa della Legge di Stabilità”.

E un appello al Governo arriva anche dai sindaci del territorio bresciano, che, nell’ultima Assemblea, riunitasi lo scorso 20 novembre, hanno sottoscritto la mozione o fatto pervenire successivamente la loro adesione nella quale si chiede al Governo di intervenire rispetto ai tagli economici previsti dal Disegno di Legge di Stabilità 2016, licenziato dal Consiglio dei Ministri.

A oggi hanno firmato la mozione 153 comuni, tra cui quello di Brescia, rappresentativi di 1.014.766 abitanti. Hanno siglato il documento anche i Presidenti di tutte le 5 Comunità Montane del territorio.

“Numeri – ha concluso il Presidente Mottinelli – che dimostrano la massiccia adesione da parte del territorio nel chiedere che, in conversione in Legge della manovra economica 2016 – 2018, vengano introdotte modifiche sostanziali essenziali, tali da consentire alla Provincia di disporre delle risorse necessarie per assicurare la piena copertura del mantenimento dell’erogazione dei servizi essenziali”.

Di seguito l’elenco dei Comuni: Brescia, Acquafredda, Angolo Terme, Artogne, Bagnolo Mella, Bagolino, Barbariga, Barghe,  Bedizzole, Berzo Demo, Berzo Inferiore, Bione, Borgo San Giacomo, Borno, Botticino, Bovezzo, Brandico, Braone, Breno, Caino, Calcinato, Calvagese della Riviera, Calvisano, Capo di Ponte, Capovalle, Capriolo, Carpenedolo, Castegnato, Castel Mella, Castenedolo, Casto, Cazzago San Martino, Cedegolo, Cellatica, Cerveno, Ceto, Cevo, Chiari, Cimbergo, Collebeato, Collio, Cologne, Concesio, Corte Franca, Corteno Golgi, Corzano, Darfo Boario Terme, Desenzano del Garda, Erbusco, Flero, Gambara, Gardone Riviera, Gardone Val Trompia, Gargnano, Gianico, Gottolengo, Gussago, Incudine, Iseo, Leno, Limone sul Garda, Lodrino, Lograto, Lonato del Garda, Longhena, Losine, Lozio,  Lumezzane, Magasa, Mairano, Malegno, Malonno, Manerba del Garda, Manerbio, Marcheno, Marmentino, Moniga del Garda, Monno, Monte Isola, Monticelli Brusati, Montichiari, Montirone, Muscoline, Nave, Niardo, Nuvolento, Nuvolera, Offlaga, Ome, Orzinuovi, Orzivecchi, Ospitaletto, Ossimo, Padenghe sul Garda, Paderno Franciacorta, Paisco Loveno, Paitone, Palazzolo sull’Oglio, Paratico, Paspardo, Pavone Mella, Pertica Alta,  Pertica Bassa, Pezzaze, Pian Camuno, Pisogne, Pompiano, Poncarale, Ponte di Legno, Pontoglio, Pozzolengo,  Preseglie, Prestine, Prevalle, Provaglio d’Iseo, Puegnago sul Garda, Quinzano d’Oglio, Remedello, Rezzato, Roccafranca, Rodengo Saiano, Roè Volciano, Roncadelle, Rudiano, Sabbio Chiese, Salò, San Paolo, San Zeno Naviglio, Sarezzo, Sellero, Serle, Sirmione, Soiano del Lago, Sonico, Sulzano, Tavernole sul Mella, Torbole Casaglia, Temù, Tignale, Toscolano – Maderno, Travagliato, Tremosine, Verolavecchia, Vallio Terme, Valvestino, Vestone, Vezza d’Oglio, Villa Carcina, Villachiara, Villanuova sul Clisi, Vione, Visano.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136