QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Le strade della Valle Camonica e Aprica piene di buche. Chiesto l’intervento dell’Anas

martedì, 21 gennaio 2014

Malonno – A zig zag sulla statale 42 e su altre importanti vie di comunicazione per evitare le buche. La maggior parte delle strade presenta profonde buche, in alcuni casi di alcuni centimetri, che mettono a rischio l’incolumità degli automobilisti.buche strada

I casi più eclatanti sono la statale 42 del Tonale, la 45 a Mazzano e la 39 per Aprica. L’altra sera c’è stato addirittura l’intervento d’emergenza dei tecnici e dell’azienda che lavora per la manutenzione della 45: ora si pone il problema della statale del Tonale e Aprica.

A Corteno Golgi una vettura ha rischiato di finire fuori strada per evitare una buca e la statale 42 del Tonale è un groviera da Darfo Boario fino a Edolo, ma ci sono buche anche tra Vezza d’Oglio e Temù. La pioggia e la neve degli ultimi giorni hanno creato buche profonde: evitarle è impossibile. L’auto sobbalza, le sospensioni si rompono e con il gelo e la neve si rischia la vita.

La situazione è peggiorata negli ultimi giorni, il manto d’asfalto si è sollevato e gli automobilisti hanno già denunciato i rischi che si corrono. All’Anas, come alle forze dell’ordine, sono giunte segnalazioni da parte di molti residenti della Valle Camonica che evidenziano i pericoli.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136