QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

La Valle Camonica torna su Canale 5: domenica Paspardo a “Melaverde”

lunedì, 23 ottobre 2017

Paspardo – Nuova puntata di Melaverde domenica 29 ottobre su Canale 5: alle 11 “Le storie di Melaverde” a Casola Valsenio (Ravenna) per le Razze Romagnole, poi puntata numero 571 a Paspardo (Brescia) tra ” i custodi della montagna”.

ORE 11 “LE STORIE DI MELAVERDE”: a Casola Valsenio (Ravenna) per le Razze Romagnole

Le telecamere di Melaverde e il conduttore Edoardo Raspelli ritorneranno a Casola Valsenio nell’entroterra Romagnolo, in provincia di Ravenna, dove una famiglia ha dedicato la propria vita al mantenimento di territori marginali, dove la presenza dell’uomo è fondamentale per tenere curata la terra e portare avanti così la tradizione e la storia agricola di questi luoghi. Il segreto della famiglia Giacometti è stato quello di non scordare il passato e continuare ad allevare razze storiche come l’asino romagnolo, la vacca romagnola ed il cavallo agricolo italiano da tiro pesante rapido; tutte razze che da sempre hanno aiutato i contadini di collina nei lavori più pesanti, dando loro reddito e contribuendo naturalmente a tenere puliti i pascoli e i boschi che rendono unica questa terra. Vivere in quei territori non è certo facile e per riuscirci questa famiglia ha creato un’azienda modello che ripropone inoltre tutte le attività tipiche delle cascine storiche di montagna: allevano maiali, pecore, galline e coltivano i terreni circostanti, riuscendo così a soddisfare il fabbisogno di casa e allo stesso tempo a creare un importante incremento di reddito che permette loro di continuare a vivere la propria terra.

ORE 11.50 LA NUOVA PUNTATA DI MELAVERDE: a Paspardo(Brescia), i custodi della montagna

Oltre il 35% del territorio italiano è costituito da montagna, superato solo da quello collinare con il 41%, ma nettamente superiore a quello di pianura che, pur essendo il più popoloso, copre solo il 23% del nostro Paese. Su circa 60 milioni di Italiani solo 9 milioni vivono in queste terre difficili ed è grazie a loro se oggi si può godere di paesaggi di montagna di grande bellezza. Questa settimana Edoardo Raspelli sarà a Paspardo, nella media Valle Camonica, in provincia di Brescia, per far conoscere i custodi della montagna. Stiamo parlando di persone che hanno dedicato la loro vita alla montagna e che giorno dopo giorno proteggono, curano e valorizzano il patrimonio e la storia in alta quota. Sindaci che organizzano e gestiscono il territorio, i diversi problemi e le esigenze dei propri cittadini, malgari che ogni anno portano gli animali nei pascoli presidiando e tutelando così questa terra e la sua sicurezza, giovani che scelgono di restare e inventarsi nuove attività dando futuro alla montagna e poi loro, forse il simbolo per eccellenza, gli Alpini che oltre ad aver donato la vita alla montagna continuano ancora oggi a presidiare e salvaguardare le cime di tutto il paese.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136