QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

La Regione Lombardia salva la gratuità delle visite di idoneità agonistica per minori e disabili

martedì, 10 novembre 2015

Milano – Stamani, nel corso dell’incontro avuto in Regione Lombardia tra il presidente del CONI Lombardia Oreste Perri e il presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana Maurizio Casasco, sono state rappresentate al Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ed all’Assessore allo Sport e alle Politiche per i Giovani Antonio Rossi, le criticità legate a garantire la gratuità delle visite d’idoneità agonistica per minori e disabili a seguito dell’insufficiente disponibilità economica registrata ad oggi.

L’aver terminato il budget a favore di quello che è l’unico screening sociale rimasto – venuta meno la visita scolastica e quella di leva – stava portando al pagamento della visita o addirittura alla rinuncia della stessa con rischi per la salute e talvolta anche della vita dei giovani atleti lombardi.

L’intervento  del Presidente Maroni ha permesso di ottenere la garanzia della  disponibilità economica della Regione al fine di garantire a tutti la doverosa prevenzione e la gratuità, non differenziando  cittadini di serie A e di serie B, garantendo così anche  le fasce più deboli.

Il Presidente Perri e il Presidente Casasco hanno espresso al Presidente Maroni un vivo apprezzamento per l’aver colto con tempestività  e sensibilità l’importanza relativa alla tutela della salute dei nostri giovani e alle ricadute economiche che ne sarebbero derivate per le società sportive e per le famiglie.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136