QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Regione Lombardia dà l’ok alla fusione Prestine-Bienno

mercoledì, 13 aprile 2016

Milano – Oggi pomeriggio la Commissione Affari istituzionali ha approvato a maggioranza l’incorporazione del Comune di Prestine in quello di Bienno (a seguito del referendum del dicembre scorso) in Provincia di Brescia.

APPROVATA LA RISERVA NATURALE DI MANERBA
Via libera oggi in Commissione Agricoltura, presieduta da Alberto Cavalli (FI), all’istituzione della Riserva naturale della Rocca, del Sasso e Parco lacuale nel Comune di Manerba del Garda in provincia di Brescia. Martedì 19 il provvedimento sarà in discussione in Consiglio per l’approvazione definitiva. Approvato un emendamento presentato dal Presidente della Commissione Territorio Alessandro Sala (Lista Maroni), che consente lo svolgimento all’interno della riserva di prove ed esercitazioni cinofile. Sarà invece presentato direttamente in Aula l’emendamento, sempre a firma Alessandro Sala, che consente l’ingresso ai pescatori di professione.

La presentazione ufficiale al pubblico della Riserva naturale della Rocca, del Sasso e del parco lacuale risale al 5 settembre del 2013. Manerba potrà fregiarsi del parco lacuale più grande d’Italia. L’area di tutela include 114 ettari di territorio costiero e altri 86 ettari di specchio d´acqua da Porto Dusano fino a Pisenze.

L’area protetta si estende per l’attuale Parco Archeologico e Naturalistico della Rocca e del Sasso, dal versanti del Monte Re sino alle aree agricole tra Montinelle e San Giorgio. La zona, già tutelata dal 2003 quanto è stato istituito il Parco locale di interesse sovra comunale, sarà sottoposta ad una tutela ambientale importante, riservata solamente ad alcune zone marine protette. Questo comporterà tra le varie prescrizioni il divieto di navigazione a motore, mentre sarà consentita la navigazione a vela e a remi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136