QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Provincia di Brescia verso il nuovo anno scolastico: risparmi sui trasporti e settimana corta

martedì, 8 settembre 2015

Brescia – In Provincia di Brescia oggi si è tenuto l’incontro con i Dirigenti Scolastici, in vista del nuovo anno. Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli (foto), ha incontrato, nell’Aula Magna dell’Istituto superiore “Tartaglia – Olivieri” di Brescia, i Dirigenti Scolastici delle scuole superiori del territorio in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico.Pierluigi Mottinelli

Erano presenti, fra le autorità, il Prefetto di Brescia, Valerio Valenti, il Questore Carmine Esposito e l’Assessore Comunale alla Pubblica Istruzione, Roberta Morelli.

«L’occasione – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – è stata utile per porgere un augurio di buon lavoro ai Dirigenti che stanno per affrontare un nuovo anno scolastico, insieme ai docenti, agli alunni e alle loro famiglie».

La Provincia di Brescia, nonostante i vincoli dettati dalla riforma degli Enti Locali, continua a impegnarsi per quanto concerne la manutenzione e la messa in sicurezza degli edifici scolastici di propria competenza.

«Per il prossimo anno – ha sottolineato il Presidente Mottinelli – tra gli interventi più rilevanti, abbiamo in programma la realizzazione della nuova palestra dell’Istituto Calini, per un importo di 2 milioni di euro, e l’ampliamento dell’Istituto Marco Polo di Desenzano, per un importo di oltre un milione di euro».

Il Presidente della Provincia ha ribadito che il prossimo anno, con la previsione della redazione del nuovo piano di bacino dei Trasporti, sarà riproposta all’attenzione dei Comuni e degli Istituti Scolastici la settimana corta, che resta una valida possibilità, così come la ricerca di altre soluzioni trasportistiche, legate per esempio a una differenzazione degli orari di ingresso negli edifici scolastici.

«Il Patto di Stabilità – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – ci pone di fronte a scelte dettate dai tagli che stiamo subendo: un dato di fatto che ci porta a dover ripensare l’organizzazione scolastica, un atto dovuto per poter risparmiare sul trasporto e sul riscaldamento, senza però penalizzare, anzi, cercando di migliorare, la qualità didattica offerta. L’obiettivo della settimana corta è quello di fare necessarie economie e nel contempo migliorare la qualità della didattica. Per questo diventa fondamentale il supporto dei Dirigenti Scolastici, che, con le loro proposte, potranno contribuire a trovare la soluzione migliore per una serena e qualitativamente elevata crescita scolastica dei nostri ragazzi. Dobbiamo diventare, insieme, protagonisti del processo di riforme che propone il Governo, come la Buona Scuola che presenta, per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado, importanti novità volte ad innovare la didattica e a orientare e facilitare l’inserimento in ambito lavorativo dei nostri giovani. La Provincia, interpretando al meglio la Legge 56, meglio conosciuta come Legge Delrio, ha assunto il ruolo di “Casa dei Comuni”, mettendosi al servizio dei Sindaci e del territorio. Sono convinto – ha concluso il Presidente Mottinelli – che la collaborazione attiva e costruttiva, la sinergia tra le Istituzioni e il mondo della scuola, potranno portare a importanti risultati, per un futuro scolastico sereno e di qualità».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136