QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La proposta del presidente Mottinelli: “Sei mesi di leva obbligatoria per i nostri giovani”

giovedì, 1 settembre 2016

Edolo – Fa notizia in questi giorni l’intervento del Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, in merito all’abolizione del servizio militare, introdotto nel 1861 e rimasto in regime per 144 anni, fino al 2005.Mottinelli edolo

La scorsa domenica, nel festeggiare il 130esimo di fondazione dei Battaglioni Edolo, Morbegno e Tirano, Mottinelli ha lanciato un’importante riflessione.

“Guardando questo stupendo patrimonio di volontariato, una risorsa fondamentale per le nostre comunità – ha dichiarato il Presidente Mottinelli – osservando l’impegno costante degli alpini in armi e in congedo, penso alla leva obbligatoria, che insegnava ai giovani il valore del sacrificio, dell’impegno e dell’appartenenza allo Stato e mi dispiace che oggi per loro non ci sia questa opportunità formativa”.

Per questo il Presidente Mottinelli fa appello a tutte le Istituzioni affinché insieme si possa ragionare sulla reintroduzione della leva obbligatoria.

“Senza mettere in discussione il venir meno della leva obbligatoria a difesa dei confini nazionali e il valore delle missioni internazionali dell’esercito di professione, propongo di riflettere sulla possibilità di reintrodurre la leva obbligatoria per sei mesi per uomini e donne, scegliendo tra servizio militare e civile, in modo che i nostri giovani abbiano la possibilità di vivere un’esperienza che trasmetterà loro importanti valori, fondamentali per il percorso di crescita di ogni individuo. Io ho prestato il servizio militare  e ho vissuto quest’esperienza come un dono, un dono che dal 2005 i nostri giovani non possono più ricevere”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136