QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La comunità di Borno ha festeggiato tre nuovi cittadini onorari: il cardinale Re, Helene Zaleski e Paolo Frata

lunedì, 29 dicembre 2014

Borno – “Sono felice di essere qui oggi e di ricevere questo riconoscimento, da questa comunità non mi sono mai staccato, nonostante i vari incarichi che ho assunto nei vari decenni”. Con queste parole all’uscita dal municipio il cardinale Giovanni Battista Re ha commentato il conferimento della cittadinanza onoraria da parte dell’Amministrazione comunale guidata da Vera Magnolini.Cardinale Re 1

In una sala consiliare gremita, presenti tra gli altri Pierluigi Mottinelli, presidente della Provincia di Brescia, Oliviero Valzelli, presidente della Comunità Montana Valle Camonica e del Bim, gli amministratori locali, il comandante della compagnia dei carabinieri di Breno, Salvatore Malvaso, si è tenuta la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria di Borno al cardinale Giovanni Battista Re, alla signora Helene Zaleski e al professor Paolo Frata.

Il sindaco ha avuto parole di elogio per i tre cittadini onorari: “Sono l’orgoglio della nostra comunità”. Il riconoscimento viene deciso ogni anno su persone , originarie o residenti a Borno, che hanno dato lustro al paese dell’altopiano. Il cardinale Re è originario di Borno e ha ricoperto importanti incarichi in Vaticano, mentre Helene Zaleski, moglie dell’imprenditore Romain Zaleski risiede da oltre 30anni nel paese camuno e il professor Paolo Frata è responsabile di radioterapia all’ospedale di Esine. “Tre persone – ha detto il presidente della Provincia di Brescia, Pierluigi Mottinelli – a cui dobbiamo molto, e di loro dobbiamo essere fieri”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136