QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incendio al bar Rally di Breno: concessi i domiciliari alla proprietaria

venerdì, 7 marzo 2014

Breno – Il Gip di Brescia ha concesso i domiciliari a I. S., 24 anni, di Esine, proprietaria del bar Rally di Breno, accusata con un diciassettenne dell’incendio del locale. Gli inquirenti sono risaliti alla 24enne perché il locale era chiuso, non c’erano effrazioni, inoltre è stata notata in piazza Vielmi poco prima dell’allarme.

Foto 2 Bar Bruciato BrenoSecondo quanto ricostruito dagli inquirenti la donna avrebbe, con il complice appiccato il fuoco per lucrare sull’assicurazione e pagare l’arredamento del locale appena rinnovato. In meno di 24 ore i carabinieri di Breno, alle dipendenze del capitano Salvatore Malvaso, hanno chiarito il movente e chi ha provato l’incendio al bar Rally. La proprietaria dopo due notti nel carcere di Brescia è stata sentita dal Gip che le ha concesso i domiciliari. Ora è nella sua casa di Esine, mentre il complice, solo denunciato, è stato affidato alla famiglia. La donna dovrà comunque tornare davanti al Giudice di Brescia e rispondere dell’accusa di incendio doloso. Potrebbe chiarire la sua posizione nell’udienza davanti al Gup. Il suo legale sta valutando il tipo di rito da chiedere  nell’udienza preliminare, evitando così il processo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136