QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

In Regione Lombardia richieste sulla caccia in deroga. Rolfi (Lega Nord): “Salviamo le tradizioni venatorie bresciane”

venerdì, 24 aprile 2015

Edolo – In merito alle deroghe sulla caccia richieste di cui si è discusso nella seduta odierna della Giunta regionale lombarda, è intervenuto il vice capogruppo della Lega Nord, Fabio Rolfi.Caccia1

“Con queste richieste – afferma Fabio Rolfi – Regione Lombardia ribadisce ancora una volta la volontà di salvaguardare le tradizioni venatorie bresciane. Le prima domanda di deroga concerne la cattura dei richiami vivi e l’apertura dei roccoli, la seconda chiede di poter consentire ai cacciatori l’attività venatoria su peppole, fringuelli e storni, mentre la terza, relativa alla caccia allo storno, riguarda la salvaguardia delle colture dai danni provocati dal sovrannumero di questa specie.

È giusto ricordare che si tratta di un diritto che la normativa europea consente e che per tanto chiediamo di poter esercitare a fronte anche delle tante azioni svolte in questi anni sul censimento dei richiami vivi e per il contrasto del fenomeno del bracconaggio.

Riteniamo – conclude Fabio Rolfi – che sia opportuno ribadire ancora una volta l’importanza del ruolo tradizionale e sportivo della caccia, in particolare per territori come quello della Provincia di Brescia, dove la figura del cacciatore esercita funzioni di rilievo relative alla conservazione e alla tutela dell’ambiente.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136