QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Impresa di Troletti: il caimano camuno attraversa a nuoto il Verbano

martedì, 23 luglio 2013

Cividate Camuno – Nuova impresa di Federico Troletti. Dopo aver attraversato e stabilito i nuovi record dei laghi d’Iseo e Garda, il caimano di Cividate Camuno ha attraversato a nuoto il lago Maggiore. E’ un’impresa da guinness per i nuotatori. Federico Troletti, 36 anni, assistente di polizia, racconta il nuovo primato: “A me non piace sfidare gli altri, mi piace sfidare me stesso”.

SUL VERBANO

Ed è quello che è accaduto sul lago Maggiore: Troletti è partito dalla punta più alta del Verbano, a Tenero di Contra, in Svizzera ed è sceso bracciata dopo bracciata fino a Sesto Calende. I sessanta chilometri sono stati percorsi in 20 ore e 47 minuti e 3 secondi. E’ partito alle 19 di sabato scorso e ha raggiunto il circolo Marna di Sesto Calende alle 15 del giorno dopo. Il caldo e l’attesa non hanno fermato l’entusiasmo del pubblico all’arrivo del caimano camuno. Un percorso non facile: a circa dieci chilometri di distanza dalla meta finale, il nuotatore ha dovuto fermarsi un attimo per un problema muscolare, per poi ripartire. E’ stato seguito dai Dragon Boat, del998883_593706633985452_584627081_n suo team, con la moglie che lo seguiva in barca (nella foto l’abbraccio all’arrivo). Presente anche l’assessore allo sport di Sesto Calende, Orlando Veronese, a bordo di un’imbarcazione della protezione civile che lo ha seguito negli ultimi metri, poi gli amici di sempre del club di Sarnico. All’arrivo il gesto ormai tradizionale: l’inchino sullo striscione del traguardo. ”Le condizioni – racconta Troletti – erano migliori dell’ultima nuotata (il 2 giugno sul lago d’Iseo ndr.)  e al di là della distanza è stata una stupenda giornata”. Federico Troletti ha un’idea in testa: “Abbattere il concetto di impossibile”. Un esempio concreto: “Se vedi il lago di Garda in tutta la sua lunghezza, ti sembra impossibile farlo tutto a nuoto da nord a sud. Poi lo fai, e sempre una cosa facile”.

IL PRIMO 

“E’ stata una grande impresa”, commenta l’assessore Orlando Veronese. La traversata del lago Maggiore è costata fatica e peso al trentaseienne camuno: in una notte e una mezza giornata di nuoto ha perso sette chili. Nessuno prima di lui era riuscito nell’impresa. Un milanese, Paolo Chiarino tentò di compierla due volte, ma dovette rinunciare prima per un malore poi per il temporale. Condizioni meteo perfette e forma fisica al top hanno spianato invece la strada al nuotatore camuno. Ma la determinazione, ha fatto la differenza ed è entrato nel guinness dei primati.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136