QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Imprenditore scomparso e giallo morte Ghirardini: oggi l’addio all’operaio. Il cadavere trovato a Ponte di Legno

lunedì, 23 novembre 2015

Ponte di Legno –  Sono stati celebrati a Marcheno (Brescia) i funerali di Giuseppe Ghirardini (nella foto), l’operaio della Bozzoli il cui cadavere è stato ritrovato in località Case di Viso a Ponte di Legno (Brescia) lo scorso 18 ottobre.

L’operaio dell’azienda Bozzoli di Marcheno (Brescia), dalla quale l’8 ottobre scorso è scomparso il titolare Mario Bozzoli, è morto avvelenato per cianuro. Da stabilire se ha ingerito da solo quel materiale oppure è stato indotto. Attorno a questo interrogativo ruota la soluzione del primo giallo, quello della morte di Giuseppe Ghirardini.

Nel pomeriggio la chiesa del paese della Valtrompia era gremita e il parroco donGhirardini Maurizio Rinaldi ha detto nell’omelia: “Da questa vicenda ci aspettiamo la piena verità, che deve necessariamente emergere”. Un chiaro invito quindi ad andare fino in fondo per fare chiarezza di una situazione alquanto difficile.

Intanto le indagini sulla morte di Ghirardini e la scomparsa dell’imprenditore Mario Bozzoli proseguono. Si attendono gli esiti degli esami disposti dalla Procura di Brescia per chiudere il cerchio.

Gli esami sono legati agli elementi trovati nei pressi del luogo dove l’operaio della Bozzoli è stato trovato morto in Alta Valle Camonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136