QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il sindaco Masneri presenta un primo bilancio: riavviate le opere pubbliche e nuovi progetti per Edolo

giovedì, 3 luglio 2014

Edolo – Primo bilancio a un mese e mezzo del ribaltone che ha portato Luca Masneri alla carica di sindaco di Edolo. Sul fronte tasse il neo sindaco e la sua Giunta stanno lavorando per rendere meno pesante il carico.  Entro fine luglio Luca Masneri (nella foto) conta di approvare il bilancio e sul fronte tributi l’idea del nuovo esecutivo è prevedere una  Tari graduale, legata al numero dei componenti del nucleo familiare e ridurre l’aliquota Imu sulle baite. la Tasi potrebbe non essere inserita. Inoltre il neo sindaco si incontrerà con Enel per chiudere la vicenda dell’Imu sulla centrLuca Masneriale.

La battaglia di Masneri è evitare scippi dallo Stato e con gli altri Comuni interessati Masneri  vorrebbe iniziare una sfida sull’Imu con gli organi centrali. L’Imu frutta poco meno di un milione all’anno parte potrebbe rimanere nelle casse comunali.

OPERE PUBBLICHE

E’ stato avviato l’iter e approvata dalla Giunta di Edolo la convenzione con la società che realizzerà l’impianto idroelettrico di Iscla, che porterà nelle casse del municipio. Secondo le previsioni frutterà centoventi mila euro all’anno. Inoltre è stato ridefinito l’impianto idroelettrico comunale in via Treboldi, fermo da sei mesi per un guasto. Nelle casse comunali entreranno quando andrà a regime altri 60 mila euro. Infine è in fase di definizione l’incarico di progettazione per il potenziamento della centralina, come è allo studio un manufatto idroelettrico sull’acquedotto municipale.

Nel secondo Consiglio Comunale (nella foto l’ingresso del municipio) , che si è tenuto nei giorni scorsi, l’Amministrazione ha acquisito al patDSCN0384rimonio comunale tutti i beni demaniali presenti ad Edolo, tra cui il caseificio di via Sala, immobile da seicento metri quadri su due piani situato nei pressi del centro. Sarà adibito a sede museale, andando incontro alla richiesta degli alpini di avere uno spazio espositivo dedicato al Battaglione Edolo, su un piano, mentre l’altro esporrà oggetti agricoli del passato. Sull’asilo, dove l’attuale edificio è troppo piccolo per ospitare tutti i  bambini, il sindaco sta pensando di trovare uno spazio provvisorio, in attesa di un nuovo progetto o di un ampliamento dell’esistente, e di trasferire i bambini già da settembre.  


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136