QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Il rilancio del turismo: ecco le proposte di Regione Lombardia alla Bit 2017

domenica, 2 aprile 2017

Milano – Il rilancio del turismo e delle località lombarde, trentine e italiane. E’ stata inaugurata oggi la Bit (Borsa internazionale del turismo) aperta fino a martedì. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti Roberto Maroni, Governatore lombardo, l’assessore regionale al turismo, Mauro Parolini (nella foto con la maglia del Giro d’Italia) e Cinzia Farisé, amministratore delegato di Trenord.in Giro bici

“La Lombardia non è solo terra di manifattura, e’ anche terra da visitare: abbiamo tantissimi luoghi di cultura, d’arte, paesaggi, bellezze naturali, quindi investiamo risorse per promuoverli e siamo molto soddisfatti”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni inaugurando, insieme all’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini l’edizione 2017 della Borsa Internazionale del Turismo, tornata a Fieramilanocity. Alla cerimonia del taglio del nastro era presente anche il sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività Culturali Dorina Bianchi.

MILANO CAPITALE D’EUROPA – “Milano si candida ad essere capitale d’Europa per tanti suoi primati – ha detto il presidente Maroni rispondendo – in quanto si candida ad ospitare l’Agenzia del farmaco, e’ tra le mete turistiche preferite e a tutti gli effetti e’ #aplacetobe”.

LA BELLEZZA, UN BENE IMMATERIALE CHE PORTA VANTAGGI ECONOMICI –  A chi gli ha chiesto se Milano stia vivendo un nuovo’Rinascimento’, il presidente Maroni ha risposto che la metropoli lombarda e’ crocevia di “Arte, turismo e design: e’ la Bellezza, la qualita’ della vita, che non e’ solo fashion, food,
fitness; ci sono anche beni immateriali che portano vantaggi economici.”

IL PASSAPORTO TURISTICO E I 10 SITI UNESCO
Per favorire la conoscenze delle bellezze della Lombardia e promuoverne lo straordinario patrimonio il presidente Maroni ha ricordato che e’ nato il ‘Passaporto’ turistico con lo scopo di “mettere la voglia di andare a vedere le belle cose. Purtroppo sono ancora molti i lombardi che non conoscono i dieci siti riconosciuti come patrimonio dell’umanita’ dall’Unesco”.

“Ecco perche’ – ha detto ancora Maroni – l’impegno della Regione, attraverso l’Assessorato guidato Mauro Parolini, e’ importante”.

“La prima cosa che stiamo facendo da tre anni e’ ripartire con la politica turistica della Regione: questo significa soprattutto creare opportunita’ per fare sistema perche’ abbiamo grandi risorse, alcuni brand molto conosciuti come Milano, il lago di Garda e il lago di Como, ma abbiamo anche enormi potenzialita’ ancora da esprimere: le nostre citta’ d’arte, il cicloturismo, i laghi in generale, la montagna”.

E’ il quadro tracciato dall’assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia Mauro Parolini in occasione dell’inaugurazione della Borsa Internazionale del Turismo che da quest’anno e’ tornata nei padiglioni di Fieramilanocity.

CRESCITA DEL 15 PER CENTO IN TRE ANNI – “Negli ultimi tre anni abbiamo avuto un incremento di oltre il 15 per cento dei turisti nella nostra regione – ha sottolineato Parolini -; dall’estero mostrano di apprezzare le nostre proposte i turisti provenienti da Germania, Regno Unito, Francia, Olanda e Spagna”.

NEL WEEK END QUASI 500.000 PASSEGGERI SCELGONO DI NON USARE AUTO - ”Il prodotto con cui Trenord partecipa a ’Cult City’ si chiama ‘Discovery train: sara’ questo il marchio con cui si promuovono gli undici capoluoghi lombardi”. Così Cinzia Farise’, amministratore delegato di Trenord, intervenuta insieme all’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Mauro Parolini.

TURISMO ACCESSIBILE E SOSTENIBILE – “La domanda di turismo lombardo – ha proseguito – non deve trascurare l’elemento della sostenibilita’ per gli spostamenti, come il treno. Dopo l’esperienza vissuta in occasione di ‘The Floating Piers’ i turisti ormai sono consapevoli che possono usare il treno, anche come elemento che consente di affacciarsi a un turismo sostenibile e accessibile nel fine settimana”.

OGNI GIORNO 736.000 PASSEGGERI, MEZZO MILIONE NEL WEEK END
“L’offerta di Trenord – ha continuato Farise’ – si basa 2.300 treni al giorno che rendono possibile il trasporto quotidiano di 736.000 persone; siamo presenti con 39 direttrici, 2000 km di rete e, di queste, 27 raggiungono o transitano dai capoluoghi di provincia e 15 connettono direttamente con le stazioni di Milano e con le 11 di ‘Cult City’”.

“Il sabato – ha continuato – circolano 1535 treni, quasi 1200 anche nella giornata di domenica. Nei week end la domanda e’ cresciuta su tutto il sistema ferroviario in particolare sulle linee che connettono i capoluoghi lombardi: sulle 27 direttrici i clienti sono 290.000 il sabato e oltre 200.000 la domenica”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136