QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

CSI camuno: i risultati della Kinetik Running di Coppa Camunia

martedì, 24 settembre 2013

Breno - La mezza maratona era un sogno cullato a lungo dalla commissione atletica del CSI di Vallecamonica che finalmente, grazie alla disponibilità della Corrintime, si realizza domenica 29 settembre. Gli atleti del CSI si giocheranno i tioli di campione camuno di maratonina nella Breno-Darfo, campionato italiano interbancario e assicurativo e prova valida per il campionato provinciale Fidal di società. “Io 21zero97” è la particolare denominazione della corsa scelta dagli organizzatori per ricordare la distanza da percorrere e, soprattutto, Ettore Mapelli, appassionato runner scomparso nel 2011. OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La maratonina inizia a Breno alle ore 9.30 e percorre la Valle Camonica seguendo in prevalenza il corso del fiume Oglio con un tracciato in linea lungo la pista ciclabile che termina nello stadio di Darfo Boario Terme. Il CSI di Vallecamonica premierà, con le maglie di campioni camuni, i primi classificati delle categorie seniores, amatori A e B e veterani maschili e femminili. Il prologo alla prova unica di mezza maratona è stata la “Kinetik Running”, seconda gara stagionale della Coppa Camunia organizzata dal Centro Kinetik. All’interno dell’Archeopark di Boario Terme si sono dati appuntamento 200 atleti per le diverse gare in programma. Impegnate sul tracciato ricavato all’interno del villaggio preistorico le categorie giovanili confermano in gran parte i risultati della prova d’esordio a Ossimo.

Doppietta della Polisportiva Oratorio Piancamuno nella categoria polisportivo maschile con Elia Salvetti che precede Pietro Salvetti e Matteo Federici (Atletica Eden 77); in campo femminile ennesimo successo di Alessandra Nolaschi (Podistica Valle adamè) davanti a Elena Poiatti (Polisportiva Oratorio Piancamuno) e Annamaria Pedretti (G.S. Ceto Nadro). La prova dei ragazzi è dominata dal portacolori del G.S. Ceto Nadro Pietro Macri, seconda piazza per Mosè Guerini (Atletica Eden 77) e terzo il compagno di società Pietro Pancrazio; è la darfense Anna Tottoli ad aggiudicarsi la categoria ragazze precedendo Federica Scolari (G.S. Ceto Nadro) e Andrara Bereschi (Aido Artogne).

Il classico tracciato del Monticolo è stato invece lo scenario delle prove riservate agli adulti; nella gara maschile un terzetto in testa fin dalla partenza con Marcello Marroccoli (G.S. O. Darfo Corna) che, all’ultimo chilometro, piazza l’allungo decisivo staccando Emilio Mognetti (C.G. Pisogne) e Massimo Bertoni (Atletica Eden 77). Nelle altre categorie maschili in evidenza Francesco Nezosi (Atletica Paratico), Lorenzo Macri (G.S. Ceto Nadro) e Agostino Ferrari (C.G. Pisogne). Reduce dalla convocazione nella nazionale italiana di corsa in montagna per la Coppa del mondo Simona Pelamatti dimostra di attraversare un buon momento di forma aggiudicandosi la “Kinetik running”, alle spalle della portacolori del C.G. Pisogne si piazzano Stefania Cotti Cottini (Aido Artogne) e Nadia Franzini.

Salgono sul gradino più alto del podio nelle restanti categorie femminili Valentina Gelmi (Aido Artogne), Annarosa Carboniero (Polisportiva Ossimo) e Maria Grazia Boesi (Aido Artogne). Prova sontuosa di Giovanni Filippi (Podistica Valle Adamè), primo nella categoria allievi, che infligge un minuto di distacco a Gianluca Gheza (Atletica Eden 77), terza piazza per Massimo Zucchi (Podistica Valle Adamè), nelle allieve tripletta dell’Aido Artogne con Anna Spandre, Giulia Cesari e Arianna Colajori. La mezza maratona di domenica 29 settembre non assegna i punti per la Coppa camunia che ritorna a Piancamuno domenica 13 ottobre in occasione della “Mulatere de Pià” dove saranno impegnate solo le categorie giovanili.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136