QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

A Ponte di Legno una serata di storia con “I Signori delle Alpi. Famiglie e poteri tra le montagne d’Europa”

martedì, 29 dicembre 2015

Ponte di Legno – Alla riscoperta delle famiglie che hanno segnato la storia delle Alpi. Ieri sera nella sala consiliare di Ponte di Legno (Brescia) è stato presentato il libro: “I Signori delle Alpi. Famiglie e poteri tra le montagne d’Europa”, realizzato da ISTA (Incontri per lo Studio delle Tradizioni Alpine).

 

Alla serata erano presenti Marco Foppoli, Luca Giarelli e Ivan Faiferri, che hanno illustrato le novità del libro, le origini delle grandi famiglie delle alpi, in particolare I Federici della Valle Camonica, i Thun di Ton, paese della val di Non, e i Tasso della Valle Brembana. Ivan Faiferri ha poi illustrato la famiglia “I Nobili di Lozio” e il delitto della notte del 25 dicembre 1609.

Una lezione di storia e tanti ricordi, con la sala consiliare di Ponte di Legno gremita, dove tra l’altro era presente un esponente della famiglia Thun, giunto per l’occasione dalla Val di Non. Nel libro sono ricostruite le storie delle 22 famiglie che hanno fatto la storia delle Alpi nel corso dei secoli (Federici, Nobili di Lozio in Valle Camonica, Beccagutti di Esine in Valle Camonica, Da Iseo poi Oldofredi Attilio, Fenaroli da Tavernola sul Lago d’Iseo, Foresti, i signori di ‪‎Solto, Capitani di ‪Sovere‬, origini e diramazioni: Marenzi, Bottaini, Nicolini, Maffetti e Lanfranchi, Capitanei di ‪‎Scalve, Albertoni o Capitanei da Vertova, Tasso di ‪Valle Brembana‬: i signori delle poste d’Europa, Della Torre di ‪Milano, Perti, una famiglia di notai tra lago e montagna, Luserna: origini, poteri e alcune vicende tra XII e XX secolo, Challant: nobile casata nella storia e nelle tradizioni della Valle d’Aosta, Vertemate di Piuro in Valchiavenna‬, Salis, una consorteria al centro delle Alpi, Piatti di ‎Teglio‬,  Venosta nel Medioevo, Matsch: alle origini dei signori di ‪Venosta‬ e ‪Valtellina,  Thun: dal ‎Trentino‬ alla Boemia e ritorno, Lodron: oltre la culla della ‪‎Val del Chiese‬, Solero: la casata ai vertici di Sappada‬ nel bellunese) e 36 stemmi, raccolti da Marco Foppoli.

Nel corso della serata sono state approfondite da Marco Foppoli e Luca Giarelli le famiglie “Federici”, “Thun” e “Tasso”. Questi ultimi erano i grandi corrieri dell’Europa e nel 1505 il trasporto da Bruxelles a Roma avveniva in 10 giorni, un tempo da far invidia ancor oggi agli autotrasportatori, mentre interessanti sono stati i racconti sulle famiglie “Federici” e “Thun”, i primi hanno dominato in Valle Camonica, i secondi hanno segnato la vita in Val di Non e Val di Sole. In chiusura i racconti su “I Nobili di Lozio”. Al termine domande e l’incontro con i tre relatori.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136