QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

I 15 rifugi di Parco dell’Adamello e Valle Camonica avranno un collegamento Internet entro l’estate

mercoledì, 20 maggio 2015

Edolo – Entro giugno i rifugi della Valle Camonica non saranno più isolati, ma  avranno un collegamento in Rete. Con lo stanziamento complessivo di 75mila euro, 90% dei quali da Expo a Ersaf, il rimanente dalla Comunità Montana di Vallecamonica per il Parco dell’Adamello, verranno collegate in Rete 15 strutture che attualmente non hanno la connettività Internet.

L’abbonamento sarà cumulativo e per almeno 2 anni sarà sostenuto dalla Comunità Montana mentre nel frattempo l’ente con sede Breno sta esaminando il progetto “Vetta” di Ersaf nazionale che ha attinto a nuovi fondi.

I 15 rifugi del Parco dell’Adamello come prima fase, ma a breve anche altri del parco dello StelRifugio Baitonevio bresciano, oltre a rifugi fuori dal perimetro dei due parchi, saranno collegati dalla banda larga che consentirà di mettere in Rete i rifugi come elemento trainante dell’economia di montagna in grado di dare risposte economiche, culturali, turistiche ad un settore di economia di montagna determinante per dare vita e vitalità a tutto il settore che oggi dimostra di poter crescere.

L’argomento è stato discusso in un ampio convegno molto partecipato presso l’Università della Montagna di Edolo dal quale sono emersi sicuri apporti istituzionali, Regione Lombardia con Ersaf, Comunità Montana e Bim con Vallecamonica Servizi, che insieme alle richieste, all’esperienza ed allo specifico know-how di Assorifugi, hanno tracciato il profilo possibile di una rete di collegamento telematico per la montagna camuna, lombarda e italiana, partendo da quanto già ipotizzato dall’Università della Montagna di Edolo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136