QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aprica, non solo la competizione per la Granfondo Internazionale Gavia & Mortirolo: programma iniziative ed eventi

sabato, 24 giugno 2017

Aprica – La Granfondo Internazionale Gavia & Mortirolo di domenica ad Aprica (Sondrio), prima di un evento sportivo, è una grande festa a cui tutti sono invitati.

PROGRAMMA
Si parte oggi con l’apertura dell’area expo, con prodotti interessanti tutti da scoprire dalle ore 9 di mattina alle ore 11 di sera, mentre alle ore 15 al secondo piano della sala del Centro Direzionale di corso Roma 150 ci sarà la conferenza “Mental Training”, a cura del professional coach Dr. Domenico Maccallini.

Alle ore 17.30 si “sale” al terzo piano per un briefing pre-gara, mentre alle ore 21 si canterà e si ballerà assieme ai gruppi “Li Osc” e “Zimmer Frei” nella “Granfondo in coro”.

Domenica invece scatterà la festa ciclistica della Granfondo Internazionale Gavia & Mortirolo, valevole tra gli altri per il Campionato Nazionale ACSI, con oltre 2000 concorrenti a divertirsi e a sudare sulle erte che hanno fatto la storia del ciclismo. Alle ore 6.30 ci sarà l’apertura griglie, mentre i protagonisti partiranno un’ora più tardi, con le premiazioni assolute del percorso di 85 km previste per le ore 10.45, ed a seguire tutte le altre.

Tra la miriade di ciclisti si notano anche parecchi contenders dal pedale infuocato, come Paolo Castelnovo, spesso a podio negli eventi del GS Alpi, Niki Giussani, anch’egli un aficionado delle sfide proposte da Vittorio Mevio, il veronese Francesco Avanzo, il bravo Simone Zanetti, il macina-chilometri instancabile Enrico Zen, forse favorito assoluto nel percorso granfondo, ed ancora Manuela Sonzogni candidata alla vittoria femminile, Marisa Coato, Flavio Lanconelli e chi più ne ha più ne metta, quasi come una tappa del “Giro d’Italia amatori” sulle storiche cime valtellinesi del Gavia e del Mortirolo, ricordando che se il Giro d’Italia ha denominato la salita del Mortirolo “salita Scarponi”, la Granfondo Internazionale commemorerà l’Aquila di Filottrano con un “Trofeo Michele Scarponi” assegnato dal GS Alpi al più veloce a giungere sul Mortirolo dal versante di Mazzo nei tracciati medio e lungo.

PERCORSO E ISCRIZIONI
Gli atleti scatteranno in partenza unica, alla volta dei percorsi granfondo: 175 km e dislivello complessivo di 4.500 metri (Gavia, Mortirolo e Santa Cristina), mediofondo (Gavia e Mortirolo) completando 155 chilometri e 3.600 metri di dislivello, e corto di 85 chilometri e 1.850 metri di dislivello (Mortirolo e Santa Cristina), affrontando i simboli di agonismo, storia e fatica, ma il sol leggere la scritta “Passo Mortirolo” o scorgere la scultura dedicata al “pirata” Marco Pantani faranno scorrere i brividi sulla schiena dei pedalatori, senza dimenticare che Passo Gavia è stato riasfaltato in alcuni tratti e sarà dunque un bijou.

Per i ritardatari ‘cronici’ o semplicemente per chi si fosse preso all’ultimo momento le iscrizioni per far parte della leggenda sono ancora disponibili alla quota di 60 euro nei giorni 24 e 25 giugno in loco (atleti disabili a 30 euro).

Info: www.granfondogaviaemortirolo.it


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136