QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giro d’Italia: piazze, monumenti e città illuminate di rosa. La curiosità di Rovetta e Stelvio

mercoledì, 25 gennaio 2017

Rovetta – Mancano esattamente 100 giorni alla partenza del Giro d’Italia edizione 100 e le città che lo ospiteranno hanno voluto mostrare al mondo il loro legame con la Corsa Rosa, illuminando i simboli che le rappresentano tra monumenti, piazze, vie e creazioni particolari.

Il centro storico di Rovetta (Bergamo) si è tinto di rosa proprio a 100 giorni dalla centesima edizione del Giro d’Italia: il 23 maggio il borgo dell’alta Val Seriana ospiterà la partenza della 16esima tappa che arriverà a Bormio. Ora il municipio e il campanile della chiesa parrocchiale sono stati illuminati da fari con il classico colore rosa, accogliendo l’invito degli organizzatori a “colorare insieme l’Italia di rosa”, colore simbolo del Giro (FOTO CREDIT: RCS SPORT / LAPRESSE).

Rovetta piazza

Il primo evento “in rosa” è stato organizzato a Cerete Basso dove, durante le festività di fine anno, è stata inaugurata una mostra itinerante dedicata alla storia del Giro d’Italia, allestita nei locali dell’ex-dispensario farmaceutico. In vetrina i pannelli fotografici che raccontano con testi e immagini i momenti salienti della storia centenaria del Giro d’Italia con i suoi grandi protagonisti, i momenti più emozionanti oltre ad alcuni gagliardetti consegnati alle città di tappa e dove spicca la maglia rosa di Paolo Savoldelli il “Falco di Rovetta”. La mostra sarà itinerante in altri paesi dell’altopiano, dopo la tappa di Cerete sarà allestita a Clusone e giungerà a Rovetta in occasione dell’arrivo del giro.

Sono numerosi gli eventi legati dalla Torre di Sulis di Alghero illuminata a giorno per arrviare alla Porta di San Giacomo a Bergamo Alta, dalla piazza principale di Rovetta alla Stele dedicata a Coppi sullo Stelvio (Cima Coppi del Giro 2017) in Valtellina, per finire alle Sculture di Ghiaccio sulle Dolomiti a Ortisei e San Candido. Tutte si sono “accese” e tinte di rosa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136