QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giornata mondiale senza tabacco: con l’ATS della Montagna iniziative dalla Valle Camonica al lago di Como

giovedì, 25 maggio 2017

Edolo – Il 31 maggio, ormai già fin dal 1987, si celebra la giornata Mondiale Senza Tabacco indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per sensibilizzare, ancora una volta, l’opinione pubblica rispetto ai danni causati dal tabagismo.

stasi ats montagnaIl consumo di tabacco, infatti, è ancora uno dei più grandi problemi di sanità pubblica a livello mondiale e rappresenta la seconda causa di morte nel mondo e la prima per le cosiddette morti evitabili.

Quest’anno l’argomento scelto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità è: “Tabacco: una minaccia per lo sviluppo”.

Dare priorità al “problema fumo” e accelerare gli sforzi per il controllo del fenomeno, in funzione dei termini stabiliti dall’Agenda per lo sviluppo sostenibile 2030, che a livello mondiale prevede la riduzione di un terzo dei fumatori, è dunque l’obiettivo posto dall’OMS.

In Italia – secondo dati Doxa 2016 – i fumatori sono 11,5 milioni, circa il 22% della popolazione, rispetto ai 10,9 milioni (il 20,8%) del 2015. Il 27.3% sono uomini e il 17.2 % donne. Gli ex fumatori sono il 13,5% della popolazione (7,1 milioni) i non fumatori sono invece 33,8 milioni (il 64,4% della popolazione).

Dall’analisi dei dati si riscontra un lieve incremento della prevalenza di fumatori di entrambi i sessi: gli uomini passano dal 25,1% del 2015 al 27,3% del 2016, le donne dal 16,9% del 2015 al 17,2% del 2016.

L’analisi della prevalenza del fumo di sigarette tra gli uomini e le donne nelle varie classi di età mostra che la percentuale di fumatori è ancora superiore a quella delle fumatrici in tutte le fasce di età.

Nella fascia di età compresa tra i 25 e 44 anni si registra la prevalenza maggiore di fumatori di entrambi i sessi (24,1% delle donne e 31,9% degli uomini).

Fumano di meno gli ultrasessantacinquenni: il 6,9% delle donne e il 18,2% degli uomini. L’Italia è però il Paese europeo dove si riscontra la più alta percentuale di adolescenti che fumano. In molti casi la prima sigaretta si accende prima dei 13 anni.

L’analisi dell’andamento dell’abitudine al fumo rappresenta un passo indispensabile per riuscire a definire politiche efficaci di salute pubblica; ciò è particolarmente importante in adolescenza essendo questo il periodo della vita in cui le relazioni sociali subiscono cambiamenti radicali.
Dal 20 maggio 2016 è entrato in vigore il Decreto Legislativo 12 gennaio 2016 n.6 con l’obiettivo di tutelare la salute dei minori in particolare con il divieto di fumo nelle pertinenze esterne delle strutture ospedaliere e in auto in presenza di minori di anni 18 e di donne in stato di gravidanza.

Anche quest’anno l’ATS della Montagna, in collaborazione con l’ASST Valtellina e Alto Lario e l’ASST Valcamonica, celebra la Giornata mondiale Senza Tabacco allestendo dei corner con la presenza di operatori sanitari per l’informazione e la distribuzione di materiale informativo.
Di seguito le iniziative suddivise per area territoriale.

Valcamonica:
• il 26 maggio, presso l’Ospedale di Esine e il 30 maggio presso l’ospedale di Edolo dalle 8.30 alle 12.30 sarà presente, presso gli ingressi dei due presidi, personale infermieristico e ostetrico per la promozione dello stop al fumo. Test motivazionali, misurazione del monossido di carbonio, indicazioni per accedere al Centro Trattamento del Tabagismo di Darfo Boario Terme e distribuzione di materiale informativo per “le mamme libere da fumo” sono alcune delle attività proposte
• il 31 maggio presso l’Istituto Olivelli Putelli di Darfo Boario Terme, in continuità con
percorsi educativi già attivati, saranno allestite due postazioni per sensibilizzare ed informare studenti/operatori ATA e docenti nei confronti alla lotta al tabagismo ed in particolare a chi sarà interessato
• a tutti gli studenti dell’Istituto Olivelli Putelli (3 indirizzi scolastici per un totale di oltre 1500 studenti) sarà proposta la visione dello spot “SMOKELA”. Saranno, inoltre, esposti dei manifesti realizzati dai ragazzi che frequentano l’Istituto Tecnico per Geometri grazie ai quali saranno messi in evidenza il significato della giornata contro il fumo e le iniziative realizzate
Sondrio:
• il 31 maggio, dalle 8.30 alle 13.00, sarà allestito, in piazzale Bertacchi a Sondrio, un gazebo presso il quale sarà presente personale sanitario formato all’attività di Counselling per promuovere la disassuefazione, allo scopo di fornire indicazioni ai soggetti fumatori, proponendo contemporaneamente test per misurare la dipendenza dalla nicotina e la misurazione del monossido di carbonio e fornire indicazioni per l’accesso all’ambulatorio per la disassuefazione

Medio Alto Lario:
• il 31 maggio, dalle ore 8.30 alle 12.30, presso l’ingresso dell’Ospedale di Menaggio sarà presente personale sanitario per promuovere la disassuefazione, allo scopo di fornire indicazioni ai soggetti fumatori, proponendo contemporaneamente test per misurare la dipendenza dalla nicotina e la misurazione del monossido di carbonio e fornire indicazioni per l’accesso all’ambulatorio per la disassuefazione Gli eventi in programma su tutto il territorio dell’ATS della Montagna saranno anche un’occasione per pubblicizzare l’attività degli Ambulatori per la disassuefazione del tabagismo dell’ATS della Montagna a cui ci si può rivolgere telefonando al numero 331.6303374 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00) o consultando il sito www.ats-montagna.it e il Centro per il Trattamento del Tabagismo a Darfo Boario Terme dell’ASST Valcamonica telefonando al numero 0364/540200 nelle giornate di Martedì e Giovedì dalle 9,30 alle 12.30.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136