QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Furto a Cedegolo, riciclaggio e spaccio in Valle Camonica, controlli sulle strade: arresti e operazioni dei carabinieri di Breno

martedì, 9 dicembre 2014

Breno – Con l’approssimarsi delle festività di fine anno, i Carabinieri della Compagnia di Breno hanno intensificato i servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere. Nell’ambito di una serie di operazioni di polizia sono stati perseguiti molti reati: nello scorso weekend le indagini e le operazioni sono aumentate e hanno coperto diversi reati, tra cui furti, spaccio, riciclaggio e infrazioni del codice della strada.CARABINIERI LARGE

RICICLAGGIO A PIANCOGNO
A Piancogno, i Carabinieri del Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Breno hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un cittadino italiano, nullafacente, pregiudicato, (G.B. di anni 60) per il reato di riciclaggio. A seguito di perquisizione locale in un capannone di sua proprietà, il malvivente è stato trovato in possesso di un’autovettura rubata il giorno prima nel bresciano, in fase di smontaggio per poi rivenderne i pezzi al mercato nero. Nella circostanza i Carabinieri hanno rinvenuto anche pezzi di altri veicoli per i quali sono in corso accertamenti. La struttura è stata sottoposta a sequestro penale e l’arrestato associato alla Casa Circondariale di Brescia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.

ARRESTI A ESINE
A Esine, i Carabinieri della locale Stazione, in ottemperanza ad una ordinanza emessa dalla Procura Generale della Repubblica di Brescia, hanno arrestato un altro cittadino italiano (G.G.O di 50 anni), pregiudicato, poiché deve scontare oltre sette anni di carcere per reati in materia di stupefacenti. Ora si trova in carcere a Brescia.

Sempre a Esine, i Carabinieri della locale Stazione, ancora in esecuzione di una ordinanza emessa dalla Procura Generale della Repubblica di Brescia, hanno arrestato una donna italiana (M.T. di anni 35), pregiudicata, poiché, anche lei deve scontare oltre sette anni di carcere per reati in materia di stupefacenti. L’arresta è stata associata alla Casa Circondariale di Verziano in Brescia;

FURTO IN SUPERMERCATO A CEDEGOLO: FERMATI DUE ROMENI A EDOLO
A Edolo, i Carabinieri della Stazione di Cedegolo, hanno arrestato in flagranza di reato due cittadini romeni: un uomo (S.C. di 51 anni), pregiudicato e una donna (B.A. di 43 anni), pure pregiudicata. I due malviventi, nel primo pomeriggio, in Cedegolo, all’interno di una attività commerciale, dopo aver distratto il titolare, sottraevano il contenuto del registrato di cassa e durante la fuga aggredivano il titolare che invano aveva tentato di fermali. Quindi i due sono fuggiti a bordo di una autovettura. Dopo un prolungato inseguimento, venivano fermati in Edolo dai militari dell’Arma e tratti in arresto. L’intera somma di duemila euro, corrispondente all’incasso giornaliero, è stata restituita all’avente diritto. I due stranieri sono stati reclusi per le carceri di Brescia.

SCASSO A EDOLO
A Edolo, i Carabinieri della locale Stazione, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Brescia, quattro cittadini romeni residenti nel Milanese, tutti pregiudicati, poiché trovati in possesso di strumenti atti a forzare serrature, tutto posto sotto sequestro.

COCAINA AD ARTOGNE
Nella bassa Valle Camonica, nel corso di uno specifico servizio, i Carabinieri di Artogne hanno arrestato il titolare di un bar (C.A. di 49 anni) perché, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovano in possesso di oltre dieci grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” pronti per lo spaccio, nonché due grammi di hashish”. Lo stesso giorno, il predetto, a seguito di processo celebrato con rito direttissimo presso il Tribunale di Brescia, è stato condannato alla pena della reclusione di mesi sei e ottocento euro di multa.

RISSA A CEVO
All’interno di un bar di Cevo, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un pregiudicato italiano (D.M. di anni 68), il quale, per futili motivi, con un coltello aveva ferito alla mano un avventore. A seguito del processo per direttissima è stato condannato all’obbligo di firma per mesi sei, per tre volta la settimana, presso i Carabinieri di luogo.

SULLE STRADE CONTROLLI E SANZIONI
Durante l’arco notturno di ieri a seguito dell’intensificazione dei controlli nelle zone turistiche della Valle Camonica per contrastare il fenomeno della guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche e/o stupefacenti, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Breno, in collaborazione con le Stazione Carabinieri dipendenti, hanno deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria complessivamente sei persone residenti in Vallecamonica, di età compresa fra i 22 e i 30 anni, poiché ritenuti responsabili di “guida in stato di ebbrezza alcolica” in “ore notturne” con tasso alcolemico accertato superiore a 0,8 (G/L). Ritirate le relative patenti. Durante lo specifico servizio, i militari operanti ritiravano nove patenti di guida, una carta di circolazione, elevavano contravvenzioni al codice della strada per un importo complessivo di duemilasettecento euro circa con la decurtazione di centoventiquattro punti, effettuavano un fermo amministrativo di un ciclomotore per giorni sessanta, nonché sequestravano, in via amministrativa, 0,73 grammi di Hashish e 0,22 grammi di Cocaina.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136