QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Frana di Sonico: arrivano 670 mila euro e il ponte sul Rino

martedì, 20 agosto 2013

Sonico – La frana fa meno paura. La Regione ha previsto un ulteriore stanziamento e il monitoraggio costante della val Rabbia che un anno fa fece paura a tutta la Val Camonica con una frana che isolò l’Alta valle. Era il 27 luglio 2012 e quella notte, dopo un violento temporale con 50 millimetri di pioggia in meno di un’ora si scatenò il caos. Dalla val Rabbia partì una frana che travolse il ponte di Rino e arrivò fino alla statale 42, bloccando la viabilità per l’Alta Valle Camonica. Per 24 ore  fu impossibile raggiungere Edolo e Ponte di Legno. Poi l’intervento d’urgenza per il ripristino e l’avvio di un progetto di sistemazioSonicone dell’area. Numerosi i sopralluoghi di tecnici e amministratori locali, l’ultimo in ordine di tempo con l’assessore regionale al Territorio Viviana Beccalossi.

Presto arriveranno 670mila euro della Regione per il ponte sul Rino e la sistemazione dell’area, mentre la zona sarà monitorata dalla Protezione Civile. “Qualcosa è stato fatto”, dice il sindaco di Sonico, mentre Fabio Fanetti, ex primo cittadino e oggi consigliere regionale, ritiene positivo il lavoro degli ultimi mesi e a settembre si vedranno i risultati. L’assessore Beccalossi annuncia “un costante controllo della zona e interventi in zona”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136