QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Expo 2015, coinvolta anche la Valle Camonica col parco preistorico

sabato, 24 agosto 2013

Capo di Ponte – Con un apposito bando Regione Lombardia ha messo a disposizione 1,5 milioni di euro al fine di promuovere interventi di riqualificazione e valorizzazione del patrimonio archeologico e dei siti Unesco per migliorarne la fruizione pubblica e diffonderne la conoscenza, anche in vista di Expo 2015. Questo è uno degli interventi a cui stanno lavorando il deputato Davide Caparini ed i consiglieri Regionali Donatella Martinazzoli, Fabio Rolfi e Fabio Fanetti che a settembre incontreranno i vertici di Expo2015 per sfruttare al meglio le grandi opportunità che questo importante evento potrà generare in Valle Camonica e in provincia di Brescia.foto valle camonica

In particolare, le incisioni rupestri della Val Camonica costituiscono una delle più ampie collezioni di petroglifi preistorici del mondo (circa 2000 rocce in oltre 180 località comprese in 24 comuni anche se solo a Capo di Ponte, Nadro di Ceto, Cimbergo e Paspardo, Sonico, Sellero, Darfo Boario Terme e Ossimo esistono dei parchi attrezzati per la visita) sono state il primo Patrimonio dell’umanità riconosciuto dell’Unesco in Italia ed EXPO2015 fornisce una grande occasione alla nostra Valle per valorizzare il suo grande patrimonio e non solo quello archeologico.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136