QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Eusalp, Parolo: “Lombardia leader nell’export attraverso le Alpi”

venerdì, 3 febbraio 2017

Edolo – “Analizzando il flusso di scambi commerciali che attraversa le Alpi, e’ quanto mai evidente il primato di Regione Lombardia nelle esportazioni destinate agli altri Paesi e Regioni della Strategia Macroregionale Alpina (Eusalp)”. A dichiararlo e’ Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione Alpina (Eusalp), ai Quattro Motori per l’Europa e alla Programmazione negoziata, commentando l’ultimo studio di Lombardia Speciale (da oggi disponibile all’indirizzo: www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it).eusalp

MERCATI, LOMBARDIA REGIONE LEADER
“Il valore record di oltre 15 miliardi di euro per le operazioni di esportazione – spiega il sottosegretario -, dimostra ampiamente il primato di Regione Lombardia nell’ambito delle regioni di Eusalp, senza esclusione dei lander tedeschi della Baviera, del Baden-W?rttemberg e delle altre regioni italiane”.

UN ANNO DALL’AVVIO DELLA STRATEGIA
“I dati – chiosa Parolo – tengono conto dello sviluppo dei mercati a un anno dal lancio ufficiale della Strategia dell’Unione Europea per la Macroregione Alpina, avvenuto a Brdo il 25-26 gennaio scorsi”.

“Tra gli obiettivi della Strategia, – continua – fondamentali sono quello del rilancio della competitivita’ del settore manifatturiero e il tema dell’innovazione e della ricerca, caro alla Lombardia, prima regione italiana per entita’ di risorse private destinate a tale ambito e con il 27 per cento di addetti sul totale nazione”.

CONCORRENZA ECONOMICA INTERNAZIONALE
“La strategia macroregionale – conclude il sottosegretario – rappresenta inoltre una straordinaria opportunita’ per accrescere la competitivita’ a livello internazionale e quindi promuovere la sinergia tra cluster produttivi, centri di competenza, imprese e universita’, oltre che per potenziare l’interconnessione dei sistemi manifatturieri avanzati, accrescere la mobilita’ dei ricercatori e dei lavoratori nell’area e, infine, sfruttare le economie di scopo e di scala per ricerca e sviluppo di progetti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136