QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sonico, esondazione del torrente Re: acquedotto senza danni, tre abitazioni inagibili

martedì, 5 agosto 2014

Sonico – “Si prevede che entro questa notte rientrerà nelle proprie abitazioni la maggior parte delle persone evacuate, eccetto una decina di residenti”. L’annuncio è stato dato da Regione Lombardia in una nota in cui si fa il punto della situazione della frana a Sonico, in Valle Camonica.Sonico esondazione Re

Intanto i Vigili del fuoco stanno ancora operando con pompe idrovore sul territorio per lo sblocco e spurgo delle tombinature pubbliche. Si conferma inoltre da parte di Asl l’assenza di danni alla rete acquedottistica e fognaria.

Nel Comune della Valle Camonica, tra la mezzanotte e le tre di questa notte, si è verificato un intenso temporale, che ha causato l’esondazione del torrente Re, piccolo tributario del fiume Oglio, che attraversa il centro abitato.

CONTROLLI E LAVORI: 2500 METRI CUBI E 1,5METRI DI FANGO  NELLE CASE
Subito dopo l’esondazione e a seguito di sopralluoghi tecnici è stato attivato un pronto intervento per la rimozione di circa 2500 metri cubi di materiale in corrispondenza della briglia a monte del paese, dove si è generata la deviazione del corso d’acqua. La Provincia di Brescia ha attivato ulteriori squadre di volontari per la rimozione del fango e dei detriti, che in alcuni casi raggiungono il metro e mezzo di materiale, all’interno degli scantinati, box e abitazioni.

TRE ABITAZIONI INAGIBILI
“Dagli esiti dei controlli – scrive ancora la nota di Regione – risultano 3 abitazioni inagibili dal punto di vista igienico-sanitario; una già disabitata, una fortemente compromessa dal punto di vista strutturale e priva di luce e acqua, l’ultima con seminterrato ancora coperto di fango”.

VITE SALVATE
Sulla prontezza e l’efficacia 
dei soccorsi è intervenuta nel pomeriggio l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, che, già in mattinata, si era recata a Sonico.

“Esprimo – ha detto l’assessore – un grande ringraziamento da parte di Regione Lombardia a tutti coloro che sono intervenuti
nel Comune di Sonico per far fronte ad una situazione di emergenza”. “Un lavoro – ha appuntato l’assessore – proseguito
con grande forza e capacità per tutta la giornata e che ha portato ad annunciare che la maggior parte gli sfollati di
questa notte potranno far ritorno nelle loro case”.

“Resta ovviamente l’amarezza per i danni – ha concluso -, ma anche la serenità di aver salvato tutte le vite umane”. Clicca qui per le altre parole dell’assessore regionale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136