QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad


Esine, iniziativa dell’Admo per la donazione del midollo osseo. Il programma

lunedì, 15 gennaio 2018

Esine – E’ stato presentato in mattinata all’ospedale di Esine il progetto di Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo) per diventare donatore e l’iniziativa in programma venerdì 19 e sabato 20 gennaio.

Navarria, Senici, Acciaro, Brasa 1

Alla conferenza di presentazione erano presenti Juri Senici, presidente di Admo Brescia, Marcello Acciaro, direttore sanitario Asst Valcamonica, Silvia Brasa, direttore del presidio dell’ospedale di Esine Valcamonica, Mario Navarria, medico radiologo dell’ospedale di Esine Valcamonica, Loretta Tabarini, presidente del’associazione PromAzioni360 di Darfo Boario Terme, Laura Bellini dell’Associazione “Arte al Ponte” e un responsabile del Cfp Zanardelli (nella foto a lato da sinistra Mario Navarria, Juri Senici, Marcello Acciaro e Silvia Brasa).

Il messaggio lanciato dal presidente Juri Senici è stato: “la donazione del midollo osseo è un piccolo gesto che può ridare una speranza di vita”, mentre il dottor Marcello Acciaroi ha ribadito che “l’ospedale di Esine è un punto di incontro delle diverse associazioni ed è aperto a iniziative di questo genere”.

L’obiettivo dell’iniziativa, promossa da Admo Brescia in collaborazione con PromAzione 360 e il sostegno di Asst Valcamonica, è sensibilizzare la popolazione sulla possibilità di combattere la leucemia e altre gravi malattie del sangue attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche.

Admo Senici Tabarini Navarria 1

Sono questi gli scopi che Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo), con il supporto di diversi enti, associazioni e imprese, si prefigge organizzando “Io ho midollo! E tu?”, due giorni di eventi in programma venerdì 19 e sabato 20 gennaio in Valle Camonica.

Sono molte le persone che ogni anno in Italia e nel mondo necessitano di trapianto di midollo osseo per guarire da malattie mortali come la leucemia. Purtroppo la compatibilità genetica è un fattore molto raro, circa 1/100.000 tra non consanguinei, e la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è dunque legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati nel mondo, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche, registrate in una banca dati.

“Solo una persona su 100mila – spiega Juri Senici, presidente bresciano dell’Associazione – è compatibile con chi sta aspettando il trapianto di midollo osseo. La donazione può dunque salvare uno tra le migliaia di pazienti, spesso bambini, affetti da gravi malattie del sangue”.

ADMO svolge un ruolo fondamentale di stimolo e coordinamento, fornisce agli interessati tutte le informazioni sulla donazione e invia i potenziali donatori ai centri trasfusionali del SSN presso i quali vengono sottoposti alla tipizzazione, che avviene con un semplice prelievo di sangue” (nella foto a lato Juri Senici, Loretta Tabarini e Mario Navarria).

Per iscriversi al Registro Donatori basta avere tra 18 e 35 anni, pesare almeno 50 kg e godere di buona salute. La due giorni di “Io ho midollo! E tu?” inizia venerdì 19 gennaio alle 20.45 presso il Teatro Multisala Garden (piazza Medaglie d’Oro, 2 – Darfo Boario Terme) con un grande Spettacolo condotto da Adelino Ziliani.

Sul palco si esibiranno artisti, cantanti e musicisti che hanno dato la loro disponibilità a titolo gratuito. Ospite d’onore, direttamente da Zelig, il comico Giorgio Zanetti, testimonial Admo Brescia. L’evento si chiuderà con una particolare Sfilata. L’organizzazione dell’evento è stata curata da Loretta Tabarini, presidente dell’associazione PromAzioni360 di Darfo Boario Terme. Durante la serata Laura Bellini dipingerà e al termine l’opera sarà presentata al pubblico

Sabato 20 gennaio, dalle 9 alle 17, presso l’Ospedale di Esine (via Manzoni, 142 – Esine) i volontari dell’Associazione forniranno informazioni effettuando su richiesta, le tipizzazioni a coloro che “dimostreranno di avere midollo e di voler salvare una vita”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136