QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Esine: gli “Amici del torrente Grigna” contro la nuova centralina, a difesa dei corsi d’acqua. Al via la raccolta firme

sabato, 19 settembre 2015

Esine – Una situazione “disastrosa” e adesso gli “Amici del torrente Grigna” passano all’attacco e denunciano la situazione del torrente, ormai un rigagnolo.

Il comitato a difesa del Grigna avvia una raccolta firme contro altre centraline e chiederà un impegno anche alle amministrazioni locali, in particolare a quella di Esine, per tutelare l’ambiente e la natura.

In questi giorni – ma ormai la situazione è generale ad eccezione del periodo delle piogge autunnali o primaverili –  il Grigna è ridotto ad una pozza, dopo la costruzione della centralina della società Tassara Terzo Salto e della vibrata. All’orizzonte un’altra centralina idroelettrica che capterebbe anche l’acqua del Resio. La società Imbre ha infatti presentato il progetto per realizzare ben due centraline sul torrente camuno ed una di queste è a Esine.

Contro questo progetto, ma anche per chiedere che nel torrente Grigna torni a scorrere la giusta quantità di acqua, amministratori ed associazioni di Esine hanno promosso una raccolta firme e questa iniziativa è stata presentata ieri.

Nei prossimi giorni i moduli per la raccolta firme saranno a disposizione in comune a Esine e in alcuni locali del paese. I moduli con le firme verranno presentati agli enti competenti, Provincia e Regione Lombardia su tutti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136