QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Esercitazione Sonico /1 L’evacuazione della frazione Rino al suono della sirena. Le foto della mattinata

sabato, 11 aprile 2015

Sonico –  L’intero paese ha partecipato  attivamente all’esercitazione di Protezione Civile che è stata organizzata in mattinata nella frazione Rino.

L’evento, organizzato dall’Amministrazione comunale e dalla Protezione civile di Sonico (Brescia), ha visto il sostegno e l’adesione di squadre dei vigili del fuoco di Edolo, Vezza d’Oglio e Darfo Boario Terme, l’U.C.L. del comando provinciale dei vigili del fuoco di Brescia, volontari di Protezione Civile e dell’Arnica di Berzo Demo con una cinquantina di persone che hanno allestito l’Unità di Crisi locale.

“Per noi – ha spiegato il sindaco di Sonico, Gian Battista Pasquini – è una giornata importante dove è stata simulata una evacuazione nella frazione Rino e i comportamenti da tenere in caso di calamità” (Nella foto il sindaco Pasquini, l’assessore Beccalossi e il Maggiore Malvaso).Sonico - Pasquini - Beccalossi - Malvaso

L’esercitazione è scattata puntuale alle 10 con l’istituzione dell’Unità di Crisi Locale a Sonico, quindi alle 10.40 è suonata la sirena installata sulle ex scuole elementari di Rino e tutti i residenti della frazione del paese camuno hanno lasciato le loro abitazioni.

Alle 11.35 c’è stata la chiusura dell’esercitazione e dell’Unità di Crisi Locale. Al termine nelle ex scuole di Rino gli interventi  del sindaco Gian Battista Pasquini, dell’assessore regionale al Territorio e Urbanistica Viviana Beccalossi, i responsabili di protezione Civile e dei vigili del fuoco, il geometra Francesco Camilletti del comando provinciale dei Vigili del fuoco di Brescia e i funzionari della Regione Lombardia. All’esercitazione ha partecipato il Maggiore Salvatore Malvaso, comandante dei carabinieri della Compagnia di Breno che ha portato il saluto dell’Arma e sottolineato l’importanza della prevenzione.

Il commento della popolazione camuna è positivo: “Un ottimo test”, dicono all’unisono al termine dell’esercitazione. L’evacuazione è infatti servita per testare capacità organizzativa e mobilitazione nella gestione di una fase di emergenza.

Le foto 

Sonico - Protezione Civile

A destra l’unità di crisi con la Protezione Civile e il Maggiore Malvaso

 

 

 

 

 

sonico

  A sinistra la sirena

 

 

 

 

 

 

A destra l’Unità di Crisi

Sonico - sala operativa

 

 

 

 

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136