QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ersaf: anche la Valle Camonica nelle tappe bresciane di CamminaForeste tra natura, storia e cultura

domenica, 18 giugno 2017

Gianico – Prosegue il percorso di CamminaForeste Lombardia 2017 in territorio bresciano. Cammina Foreste Lombardia 2017 è una grande occasione di comunicazione e riflessione sul valore delle foreste e delle attività economiche in montagna.
valle-camonica

Con questa iniziativa – spiega la presidente ERSAF Elisabetta Parravicini – ERSAF intende far conoscere e promuovere le 20 Foreste di Lombardia e il Parco dello Stelvio, la loro biodiversità, i valori che rappresentano e trasmettono attraverso l’incontro con le persone che vi abitano, i loro prodotti agroalimentari e anche le buone prassi di gestione e le potenzialità di crescita. Sarà un momento di incontro, di condivisione e di riflessione con tutti i partner territoriali con cui in questi anni abbiamo avviato e consolidato una relazione profonda e stabile per una partecipazione vera, quotidiana nella gestione delle Foreste di Lombardia”.

Collaborano al CamminaForesteLombardia2017: CAI, Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, Assorifugi, Legambiente, Associazione Italiana Turismo Responsabile. L’iniziativa ha il patrocinio, tra gli altri, della Provincia di Bergamo.

La carovana del CamminaForeste Lombardia che ha preso le mosse dalla provincia di Mantova sabato 10 giugno, da ieri, sabato 17 giugno, a mercoledi 21 giugno sarà ancora in territorio bresciano con le seguenti tappe:

18 giugno: Bagolino – Malga Vaia di Mezzo
19 giugno: Malga Vaia di Mezzo – Alpe Rosello
20 giugno: Alpe Rosello – rifugio Medelet
21 giugno: rifugio Medelet – Lovere (BG)

Domenica 18 giugno - tappa 8 da Bagolino all’Alpe Vaia. Ore 9.30 visita guidata al geosito il Chiodo d’oro al ponte di Romanterra, in collaborazione con il Museo di Scienze Naturali di Brescia. Ore 11.00 Partenza da Bagolino.

Lunedì 19 giugno - tappa 9 da Malga Vaia di Mezzo all’ Alpe Rosello. Salendo dall’Alpe Vaia al crinale che delimita il territorio di Bagolino si entra nell’ambiente alpino che caratterizza il percorso: laghetti, circhi glaciali e rocce montonate. Si percorre un tratto pianeggiante a quota 2.100 della panoramica Strada delle Tre Valli, per poi scendere ai Laghetti di Ravenola e raggiungere il Bivacco Grazzini e il Goletto di Cludona dove si interseca la Via dei Silter, un’alta via promossa da ERSAF con la collaborazione degli enti locali, e il Sentiero 3V. Al Passo delle 7 Crocette si entra nella FdL Val Grigna, ricchissima di vita e di storia. Al Bivacco Bassi è previsto l’incontro con gli amici del gruppo Lupi di S. Glisente, gestore della struttura ERSAF, e si prosegue lungo il Sentiero faunistico per poi visitare la Malga-museo del Silter, e risalire alla Malga Rifugio Rosello. Nella biblioteca di Gianico alle 15.45 si terrà l’INCONTRO TEMATICO“Dall’agricoltura di montagna: prodotti di montagna!”. Dopo un’introduzione sulla valorizzazione delle filiere di montagna ci saranno diversi interventi su prodotti quali miele, formaggio Silter, castagne e piccoli frutti. A seguire dibattito aperto al pubblico: verrà poi offerta una degustazione di prodotti locali. La partecipazione è gratuita ed è obbligatoria la registrazione onlinehttps://goo.gl/PUf36O.

Martedì 20 giugno - tappa 10 dall’Alpe Rosello al rifugio Medelet. Da Rosello si riprende il cammino immersi per un’oretta nella realtà pastorale lungo la Via dei Silter, per seguire poi lo spettacolare sentiero 3V che si sviluppa lungo la cresta spartiacque tra le Valli Camonica e Trompia toccando le cime del Monte Muffetto (2.062 m), Monte Campione (1832), Colma di S. Zeno (1.650) e poi giù al Colle S. Zeno posto alla testata della Val Palot e da lì con un comodo tracciato in poco più di un’ora si raggiunge il piccolo e grazioso Rifugio Medelet (m. 1546), in un ampio prato attorniato da faggi ed abeti.

Mercoledì 21 giugno - tappa 11 dal rifugio Medelet a Lovere. La mattina sarà dedicata alla discesa dal Rifugio Medelet al lago d’Iseo alternando sentieri e stradine tra cascine e piccole frazioni sino a Pisogne dove merita la visita alle due antiche chiese con pregevoli affreschi. Un breve spostamento in pullman porta sulla sponda bergamasca del lago. Alle ore 14 da Castro (fraz. di Lovere) partirà l’escursione in collaborazione con il CAI di Lovere e l’associazione Sebynica che effettuando il giro del Monte Clemo offrirà splendidi panorami del lago e la visita guidata alla Riserva Naturale Valle del Freddo nel colmo della sua specialissima fioritura. In serata, conferenza con il Museo di Scienze Naturali di Lovere.

Per informazioni e per partecipare alle escursioniwww.camminaforestelombardia.it.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136