QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Arrestati due bresciani responsabili della rapina di Temù

mercoledì, 4 settembre 2013

Temù - I Carabinieri delle Stazioni di Ponte di Legno e Vezza D’Oglio, hanno tratto in arresto i responsabili della rapina di ieri a Temù individuandoli in due noti pregiudicati.Rapina Banca 1

I due, Marella Tommaso, 32enne di Montichiari, e Peroni Roberto, 40enne di Leno, alle ore 12.30, minacciando con una pistola poi rivelatasi giocattolo senza tappo rosso e con un taglierino, le due dipendenti della Agenzia di Temu’ della Banca Vallecamonica in via Roma, si facevano consegnare la somma, in contanti, di euro cinquemila, dandosi a repentina fuga, a piedi, per le vie circostanti. Secondo alcuni testimoni avrebbero pure tentato di fare l’autostop: un imprenditore di Corteno li avrebbe anche ingenuamente raccattati.

Durante una pronta e tempestiva battuta di ricerca, attivata in tutta la Vallecamonica dai Carabinieri, quelli delle Stazioni di Ponte di Legno e Vezza d’Oglio, rintracciavano i due malviventi che cercavano di darsi alla fuga in direzione di Ponte di Legno.  Il loro riconoscimento è stato agevolato dall’immediata acquisizione delle immagini del sistema di videosorveglianza installato all’interno della filiale bancaria.  La refurtiva è stata interamente recuperata come anche la pistola giocattolo (in tutto simile ad arma vera). Gli arrestati sono stati reclusi presso la casa circondariale di Brescia e ivi posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136