QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Emergenza neve, interrogazione del senatore Panizza (PATT): “Il governo si attrezzi per prevenire la chiusura strade”

mercoledì, 30 settembre 2015

Vermiglio - Un’interrogazione al Ministro dei Trasporti Graziano Delrio per sapere in che modo il Governo intende attrezzarsi per evitare quanto accaduto lo scorso inverno, con la chiusura di importanti arterie stradali ed autostradali a causa del maltempo e della neve. Quanto accaduto lo scorso inverno aveva scatenato polemiche soprattutto in alcune realtà del Trentino e Lombardia.

Oggi il segretario politico del PATT, senatore Franco Panizza ha presentato un’interrogazione.
“Nella scorsa stagione invernale – scrive Panizza nell’interrogazione – il maltempo mise in ginocchio l’Italia con bufere di neve, piogge insistenti e mareggiate, ma anche eventi di lieve entità, ed i conseguenti blocchi di ferrovie ed autostrade causarono molteplici disagi, soprattutto a camion e autoarticolati, informati delle chiusure solo quando avevano già intrapreso il viaggio.

Tanto che l’allora Ministro Lupi chiese con urgenza alla Struttura di Vigilanza sulle Concsoccorso su strade innevateessionarie Autostradali una relazione dettagliata sulla chiusura di alcune autostrade, quali, ad esempio la A22, nel tratto che attraversa il Veneto, la A1 nel tratto Milano-Bologna”.

“In merito al prossimo inverno – continua Panizza – il Presidente dell’Associazione Nazionale Imprese Trasporti Automobilistici, Thomas Baumgartner, ha già sottoposto le problematiche al Ministro, perché grande è la preoccupazione, soprattutto da parte degli autotrasportatori, che si verifichi una situazione come quella dello scorso anno”.

“Eppure – insiste Panizza – garantire la percorribilità dovrebbe essere vincolante per i concessionari di strade ed autostrade, specie quelle a pagamento, ed i provvedimenti di chiusura di tratte stradali e autostradali dovrebbero rappresentare l’extrema ratio, così come i provvedimenti di sblocco del divieto di circolazione per i mezzi pesanti dovrebbero essere più tempestivi per la ripresa del traffico veicolare”.

“Io credo – conclude Panizza – che questo sia il momento per attrezzarsi al meglio al fine di garantire la percorribilità delle strade: grazie ai mezzi meccanici e tecnologici nonché alle previsioni del tempo sempre più precise, dovrebbe essere possibile organizzare in tempo utile la dotazione di mezzi idonei a garantire la transitabilità, attraverso l’intensificazione della pulizia del manto stradale così da renderlo praticabile per la circolazione dei veicoli, soprattutto se muniti di catene, da neve mantenendo in ogni caso la sicurezza per tutti gli utenti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136