QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Elisoccorso notturno, Edolo ed Esine avranno il servizio: in Regione approvato all’unanimità l’ordine del giorno

mercoledì, 29 luglio 2015

Edolo – Nelle scorse settimane i test per l’utilizzo dell‘elisoccorso nelle ore notturne con base in via Morino a Edolo (Brescia) e all’ospedale di Esine (Brescia), oggi il Consiglio regionale ha approvato l’ordine del giorno firmato dalla consigliere regionale Donatella Martinazzoli (Lega Nord)e da Angelo Fabio Fanetti (Lista Maroni Presidente) - legato al bilancio regionale – che impegna a stanziare le risorse necessarie per avviare il servizio di “Elisoccorso notturno in Valle Camonica”.

elisoccorso a Edolo 1

ORDINE DEL GIORNO

E’ stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno legato all’assestamento di Bilancio 2015-2017 di Regione Lombardia. Nel merito è intervenuto il firmatario e consigliere regionale della Lega Nord, Donatella Martinazzoli. “Esprimo soddisfazione per l’approvazione di questo ordine del giorno – afferma Donatella Martinazzoli – riguardante l’importante tema del servizio di elisoccorso, diurno e notturno, in Lombardia, con particolare riferimento alla Valle Camonica. Attualmente, sul territorio regionale, sono attive 5 basi di elisoccorso che complessivamente svolgono circa 4mila interventi all’anno, di cui un centinaio solo nelle ore notturne. Quest’ultimo dato è strettamente correlato all’esiguo numero di elisuperfici abilitate al volo notturno, oggi presenti in Lombardia.”

“Per quanto concerne il territorio camuno e garantire il corretto sviluppo sociale della valle, nonché per assicurare ai cittadini il pieno godimento del diritto alla salute – aggiunge Donatella Martinazzoli – è indispensabile attrezzare apposite basi idonee a sostenere il volo notturno delle eliambulanze. A questo proposito è bene specificare che l’ASL della Valle Camonica e Sebino, nei propri piani di emergenza-urgenza e di pronto soccorso, prevede l’attivazione di due apposite elisuperfici: queste infrastrutture dovrebbero sorgere una nel comune di Edolo (sito HEMS) e l’altra nel comune di Esine, tramite l’illuminazione notturna dell’elisuperficie esistente presso il polo ospedaliero”.

“Con questo documento – conclude Donatella Martinazzoli – abbiamo voluto impegnare la Giunta regionale a sostenere, tramite lo stanziamento di apposite risorse, il completamento e l’attivazione delle due basi di atterraggio camune, in modo tale da consentire ai cittadini della valle di poter usufruire in modo pieno e senza limitazioni di sorta dell’importantissimo servizio di elisoccorso”.

La stoccata del consigliere Angelo Fabio Fanetti: “Oggi è stato approvato un ordine del giorno per l’elisoccorso notturno firmato anche dal sottoscritto. Ci occupiamo anche della sicurezza dei cittadini Camuni non solo dell’ acqua”,


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136