QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica: tappa della carovana rosa e festa al passaggio del Giro d’Italia. Maxi schermo e vetrine rosa a Edolo. FOTO

martedì, 26 maggio 2015

Edolo – Grande festa del Giro d’Italia in Valle Camonica, soprattutto a Ponte di Legno, TemùVezza d’Oglio e a Edolo dove la carovana rosa si è fermata tra le 12.45 e le 13 per poi riprendere il viaggio verso l’arrivo di tappa, nella località di Aprica. (Nelle foto la partenza da Pinzolo e la festa all’arrivo della carovana a Edolo).

LA PARTENZA 

La sedicesima tappa del 98° Giro d’Italia, frazione da Pinzolo ad Aprica di 174 chilometri, tappa di alta montagna con arrivo in salita ad Aprica dopo aver affrontato il leggendario Mortirolo. Il gruppo, con i suoi 173 corridori è partito alle 11.49. Prima sorpresa: Richie Porte si ritira e dà appuntamento ai suoi tifosi al Tour de France. Grande delusione in casa Sky.

LA CAROVANA ROSA 

Un momento di festa è il passaggio della carovana rosa, che oggi si è fermata, prima a Vermiglio, quindi a Ponte di Legno, infine a Edolo. Un bagno di folla in tutti e tre i paesi e qui sono stati chiamati in causa i sindaci dei tre Comuni.

A Edolo il sindaco Luca Masneri ha portato un saluto sottolineando l’importanza del legame tra la montagna e il ciclismo, tra la Valle Camonica e i passi che sono la patria dei bikers. Il Giro d’Italia che è tornato sulle strade della Valle Camonica, dopo le tappe degli ultimi due anni a Ponte di Legno, è una vetrina importante.

A Edolo centinaia di persone si sono ritrovate in piazza Martiri fin da metà mattina, dove è stato allestito un maxi schermo che ha mostrato le immagini da inizio tappa fino alla conclusione. “Per noi – ha sottolineato il sindaco Masneri – quella odierna è una giornata speciale”.

Festa, distribuzione dei gadget e ogni angolo della cittadina camuna è in rosa come omaggio al Giro d’Italia. Ogni vetrina era abbellita e tra i commercianti edolesi è stata quasi una gara al miglior allestimento. La festa in piazza è diventato tripudio poco dopo le 14 al primo passaggio della corsa e dei 173 corridori e poi verso le 16.35 prima dell’ascesa finale ad Aprica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136