QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Edolo, riaperta la strada statale 39 di Aprica. Controlli dei geologi: nessun pericolo

domenica, 16 ottobre 2016

Edolo – Riaperta poco prima di mezzogiorno la statale 39 di Aprica, chiusa ieri alle 19 per la caduta sassi sulla carreggiata. In mattinata sono giunti i rocciatori e i geologi, che hanno ispezionato tutta la zona e verificato che non esiste al momento il pericolo di caduta sassi. La strada è stata così riaperta dall’Anas. Sul posto erano presenti, oltre a tecnici e geologici, anche gli amministratori locali.

edolo-strada-aprica1

Ieri sassi e detriti sono caduti sulla Statale 39 di Aprica, appena superato l’abitato di Edolo, all’altezzo dello svincolo per Vico. Nessun veicolo è rimasto coinvolto. Sul posto sono giunti i carabinieri di Vezza d’Oglio, la Polizia locale del Comune di Edolo, i vigili del fuoco del distaccamento di Edolo, insieme ai colleghi della sede di Darfo Boario e i tecnici Anas.

Dopo un controllo della situazione, in particolare della parete rocciosa che sovrasta quel punto della statale 39, l’Anas, proprietaria della strada, ha deciso di tenerla chiusa fino a questa mattina, per una verifica più completa che ha dato i risultati sperati. Nessun pericolo e riapertura. Nei prossimi giorni saranno rimossi i sassi caduti, ora a lato della carreggiata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136