QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Edolo: riduzione di corse sulla linea ferroviaria per Brescia. Insorge Dario Balotta

venerdì, 26 giugno 2015

Edolo – “Agosto treno mio non ti conosco”. Questo è il ritornello confermato anche quest’anno, della linea Iseo-Brescia-Edolo. Così Dario Balotta, presidente del circolo di Legambiente del basso Sebino denuncia che “mentre gli anni scorsi la “copiosa” soppressione di treni riguardava solo tre settimane del mese di agosto, qutreni edolo bresciaest’anno i treni mancheranno per quattro settimane.

La sospensione del servizio ferroviario, ad agosto interesserà molte altre tratte lombarde e servirà, secondo l’assessore ai trasporti regionale Alessandro Sorte, per incrementare le corse destinate al sito Expo.

Ad agosto i treni giornalieri della linea, gestita da Trenord, passeranno, secondo l’orario ufficiale, da 56 convogli giornalieri a 31, con ben 25 treni soppressi, il 44 per cento.

Non solo, ma tra i già pochi treni 15 non fermeranno nelle località di forte interesse turistico, come Vello, Toline, Pilzone, Provaglio d’Iseo.

La grande risorsa turistica del lago d’Iseo, della Franciacorta e della Valle Camonica continua ad essere sottovalutata dall’azienda gestita dalla regione Lombardia. Un brutto segnale in contrasto con i tentativi di far crescere le presenze turistiche sul Sebino anche grazie al richiamo dell’opera dell’architetto bulgaro Crhisto, che ha già presentato il bellissimo progetto per valorizzare il Sebino. Inoltre è  penalizzata anche la Media e Alta Valle Camonica, visto che il treno è utilizzato per spostamenti  di gruppi durate i mesi estivi. mancano gli studenti, ma ci sono più turisti.

In questa fase, in cui anche per effetto della crisi economica cresce il turismo giornaliero, il sabato e la domenica, in particolare, si allungano esponenzialmente le code sulle strade che portano al lago e in valle. Secondo Dario Balotta “La Regione azionista di maggioranza di Trenord e la Provincia di Brescia devono rivedere questa pianificazione estiva delle corse ferroviarie che ci allontana dai modelli vincenti del turismo sostenibile e che lasciano nei week end strade congestionate dal traffico, incidenti e l’inquinamento dell’aria crescente”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136