QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Edolo, in Consiglio comunale arriva la variante del PGT

giovedì, 15 giugno 2017

Edolo – Via libera al parco dell’Ogliolo, meno burocrazia e consumo del suolo e recupero di aree degradate e dei centro storici, con riduzione degli oneri di ristrutturazione. In sintesi le linee portanti della variante del PGT (Piano di Governo del Territorio), che sarà approvata in via definitiva domani sera in Consiglio comunale a Edolo.

L’assemblea comunale sarà chiamata venerdì 16 – inizio alle 20.30 – a discutere del variante di Piano di Governo del Territorio. All’ordine del giorno del Consiglio comunale di Edolo (Brescia) sono in discussione due argomenti: ratifica deliberazione di variazione al bilancio adottata dalla Giunta Comunale in via d’urgenza il 4 maggio 2017 e l’esame l’approvazione della Variante al Piano di Governo del Territorio (Variante al Documento di Piano, al Piano delle Regole ed al Piano dei Servizi), ai sensi della L.R. 12/05.

Il sindaco Luca Masneri – in occasione dell’avvio dell’iter della variante del PGT – ha sottolineato l’obiettivo di valorizzare il paese, ridurre il consumo di suolo, limitare i rischi idrogeologici e infine puntare sulla tutela di aree e del paese. “Il nuovo parco dell’Ogliolo – spiega Masneri – tutelerà una vasta aree da un lato e favorirà le attività agricole dall’altro. Era un obiettivo della nostra Giunta e lo abbiamo inserito nella prima variante del PGT”.

In quest’ottica – il documento che sarà discusso domani sera – arriva al termine di un lungo iter con le osservazioni presentate in municipio. Il voluminoso dossier sulla variante di PGT con specifiche relazioni tecniche saranno discusse in Consiglio comunale.

La variante al PGT è molto articolata: parte dal piano dei servizi per arrivare all’ambiente e al recupero di aree dismesse o degradate. Tra i tanti obiettivi l’Amministrazione edolese punta a ridurre il consumo di suolo, ha previsto il PLIS dell’Ogliolo e del castello di Mu ed ha indicato una crescita di popolazione del decennio nell’ordine del 10%.

Uno dei tanti numero dei piano: come perequazione e compensazione degli interventi è previsto l’ampliamento massimo del 15%. Inoltre sono inserite le attività di servizio e per il tempo libero di pubblico interesse, ad esempio insediamenti sanitari e assistenziali: un posto macchina ogni 3 posti letto o a sedere; teatri, cinema e similari: un posto auto ogni 10 mq di superficie, edifici scolastici: tre posti auto ogni aula, campi da gioco all’aperto e un posto macchina ogni 100 metri quadri di superficie.  La variante di PGT è sicuramente uno dei provvedimenti più importanti dell’Amministrazione comunale edolese.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136