QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Edolo, il sindaco Masneri rilancia sul traforo del Mortirolo: “Non ci penalizza e risolve problema viabilità”

martedì, 18 ottobre 2016

Edolo – “Puntiamo sul traforo del Mortirolo e a un riassetto viabilistico che tenga conto di Edolo, della sua storia e delle sue esigenze“. Luca Masneri, sindaco di Edolo, non nasconde le preoccupazioni dopo gli incontri di Sonico della scorsa settimana e di ieri a Brescia con il ministro Delrio.

Occorre avere una visione lungimirante – spiega il primo cittadino di Edolo - e non pensare a opere con effetti negativi su un territorio: piuttosto è meglio fermarsi un attimo riflettere attentamente su ciò che si intende fare e valutare costi e benefici, vantaggi e svantaggi per la comunità“.galleria Edolo

I progetti sul tavolo, oltre alla rotatoria di Sonico sulla statale 42 all’altezza dei centri commerciali dove l’accordo è stato trovato la scorsa settimana, sono tre e tutti ruotano attorno a Edolo: variante per la statale 39 Aprica, variante della statale 42 e allargamento della galleria subito dopo il ponte sull’Oglio e piazza Martiri, in direzione Alta Valle Camonica.

Prima di entrare a parlare dei tre progetti – osserva Luca Masneri (nella foto di apertura)porto all’attenzione di un progetto che interessa davvero tutta la Valle Camonica e anche la Lombardia: parlo del traforo del Mortirolo che risolverebbe alcuni problemi viabilistici e ci proietterebbe in una visione europea“.

Negli ultimi mesi – prosegue il sindaco di Edolo – siamo stati coinvolti in incontri, ma ora – con la promessa del Governo di stanziare 4 miliardi per la Lombardia – quel progetto rimane lettera morta o viene accantonato. Con quelle risorse a disposizione si dovrebbe guardare a un macro disegno e qui rientra a pieno titolo il traforo del Mortirolo“.

E sui progetti legati ad Edolo? “La nostra posizione e non solo di oggi – sostiene Masneri –  è chiara: l’intervento che – anche con costi limitati – si potrebbe realizzare in tempi brevi e risolverebbe i problemi dell’attraversamento di Edolo è l’allargamento della galleria, gli altri due interventi proposti ci trovano contrari perché penalizza il nostro territorio: la variante della statale 39 avrebbe un impatto pesantissimo sull’ambiente e sull’intera zona di via Morino perché dovrebbe esserci l’allargamento della sede stradale e della barriere antirumore  con un impatto per oltre 200 famiglie“.

Invece la variante della statale 42 – afferma il primo cittadino – provocherebbe un doppio effetto: toglierebbe il traffico e potenziali visitatori e turisti a Edolo, e al Comune sarebbe affidata la gestione di via Marconi con altre spese aggiuntivi per l’ente“.

Noi – conclude Masneri – siamo disponibili a tutti i confronti purché siano costruttivi e chiediamo alla Valle Camonica di ragionare come insieme e non a livello di singola realtà comunale, altrimenti sarà risolto un problema, ma nel contempo ne sarà creato un altro. E su questi progetti – visto che il tempo a disposizione c’è – invito tutti, amministratori e politici, a rifletterci“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136