QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Edolo: il Consiglio comunale ha definito le aliquote IMU, Tasi e Tari. Tutte le novità

mercoledì, 1 giugno 2016

Edolo – Meno tasse, garantendo medesimi servizi. E’ il messaggio che giunge dall’ultimo Consiglio comunale di Edolo (Brescia), dove è stato discusso il bilancio preventivo 2016 e sono state definite le aliquote per Imu, Tasi e Tari. Una premessa importante è legata alle scelte di Edolo: grazie all’accordo con Enel, il Comune avrà nelle sue casse 130mila euro di entrate e ciò servirà per evitare che le tasse per famiglie e imprese aumentino.

“Il nostro obiettivo – ribadisce il sindaco, Luca Masneri – è ridurre la pressione fiscale, garantendo i medesimi servizi”. Sulla questione contenzioso Comune-Enel e sull’accordo raggiunto, la minoranza e in particolare il consigliere Cristian Ramus ha chiesto conto e criticato l’accordo al ribasso siglato tra Enel e Comune. ”Si poteva ottenere di più?” è la domanda che ha aleggiato in Consiglio comunale, ma il sindaco risponde che “gli accordi si fanno in due e inoltre abbiamo ragionato in termini di sviluppo del territorio e ciò non va sottovalutato”.

Edolo municipio

IMPOSTE 2016 

Inoltre nell’ultimo Consiglio comunale – con voto a maggioranza (9 voti favorevoli e 4 astenuti) – sono state definite le nuove aliquote: la Tasi (Tassa Servizi Indivisibili) , fissata nello 0,8 per mille per gli immobile di categoria D1, mentre per tutti gli altri immobili è stata azzerata.

Definite anche le aliquote della Tari, suddivisi tra coefficienti fissi e variabili per utenze domestiche e non domestiche l’IMU è stata infine stabilita nell‘aliquota base di 1,02% e, ad eccezione degli immobili in categoria D (capannoni aziende, alberghi,  palestre, teatri, ospedale), è ridotta allo 0,40% per le abitazioni principali (categorie catastali A1, A8 e A9) e le relative pertinenze (una sola per abitazione nelle categoria catastali C2, C6 e C7), mentre per i fabbricati ex rurali (censiti come C2 e C6) l’aliquota è fissata nello 0, 46%. Gli immobili in categoria D l’aliquota è fissata in 1,06%. Infine per tutte le abitazioni principali il Comune di Edolo conferma per legge le 200 euro di detrazione. Nel documento finanziario – approvato nell’ultimo Consiglio comunale – la pressione fiscale diminuirà di quasi 30mila euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136