QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Edolo, centralina sull’Ogliolo: Ote e Legambiente fanno ricorso al tribunale delle acque

venerdì, 6 marzo 2015

Edolo – Prosegue la querelle sulla centralina idroelettrica che sta per essere realizzata sul torrente Ogliolo. Legambiente e Osservatorio Territoriale Edolese si sono rivolti al tribunale superiore delle acque pubbliche per chiedere l’annullamento dell’autorizzazione con cui la Provincia di Brescia ha dato il via libera alla realizzazione della centralina sull’Ogliolo, Inoltre sono stati richiesti i verbali delle conferenze dei servizi, per valutare l’ipotesi di inadempienze e irregolarità.

Infatti  l’Osservatorio Territoriale Edolese hanno anche segnalato i gravissimi danni allo storico ponte di Fabiola (tra l’altro dovrebbe essere tutelato dalla Sovrintendenza) causati dagli appena iniziati lavori per la centralina sull’Ogliolo.

Legambiente e Ote hanno così presentato ricorso, mentre è stato da poco aperto il cantiere. La vicenda si trascina  da anni, il progetto della precedente Amministrazione, guidata da Vittorio Marniga, ha ottenuto le autorizzazioni, l’attuale Amministrazione guidata da Luca Masneri ha cercato di rendere meno impattante il progetto e di limitare i danni, oltre naturalmente ad avere vantaggi per il paese, in termini di investimenti economici.

Ora la questione passa agli Ente superiori che dovranno decidere sul ricorso degli ambientalisti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136