QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Edolo, cambio ai vertici della Fondazione RSA Giamboni. La decisione di Antonucci

martedì, 24 gennaio 2017

Edolo – A distanza di un anno esatto dal rinnovo dei vertici e del progetto di rilancio avviato dall’Amministrazione comunale di Edolo, la RSA “Giamboni” di Edolo è di nuovo al giro di valzer delle cariche nel Consiglio di Amministrazione.

Si è infatti dimesso dalla carica di presidente della Fondazione Giamboni il dottor Luciano Antonucci e anche il direttore Paolo de Pasqua ha rimesso il mandato. Nel primo caso si tratta di una scelta professionale: il dottor Luciano Antonucci si è dimesso dalla carica per incompatibilità.

Edolo municipio

I vertici della sanità hanno sollevato qualche dubbio sul duplice ruolo di medico di base e presidente della RSA. Da qui la decisione di dimettersi dalla carica di presidente, fugando qualsiasi dubbio sul duplice ruolo. Invece il direttore  de Pasqua si è dimesso per scelta personale e al suo posto è statonominato l’architetto edolese Riccardo Arzaroli, già membro del Consiglio di Amministrazione.

Il sindaco di Edolo, Luca Masneri, ha già chiarito alcuni aspetti della questione, sgomberando il campo da polemiche ed evidenziando che la scelta del presidente di dimettersi è nel segno della trasparenza.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Domenico Giamboni, che gestisce la RSA, sarà convocato a breve per la nomina del presidente. L’obiettivo è proseguire il lavoro intrapreso da circa un anno, dove sono stati  pianificati una serie di interventi per offrire nuovi servizi ai cittadini, ripianare i deficit pregressi e potenziare i servizi.  Il  Comune di Edolo ha dato – già nel 2016 – un contributo per mettere a posto i conti della RSA, poi la Fondazione Giamboni ha avviato una serie di interventi che hanno raccolto il consenso delle famiglie edolesi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136