QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Edolo /1 Le celebrazioni del 125° anniversario dei vigili del fuoco. Grande festa, corteo ed esibizioni. FOTO

domenica, 31 maggio 2015

Edolo – L’Alta Valle Camonica si è stretta attorno ai vigili del fuoco di Edolo (Brescia) nelle celebrazioni del 125° anniversario di fondazione del Corpo. Correva il 26 gennaio 1890 quando l’allora sindaco di Edolo, Pietro Calvi, costituì il “Corpo zappatori pompieri”. (Nelle foto alcuni momenti della festa in piazza l’annullo filatelico, la cerimonia in chiesa con l’intervento del sindaco, e al campo sportivo con l’esibizione dei pompieri di Malé, quindi i vecchi mezzi e la tenda con i cachi allestita in piazza Martiri).

 

Ieri e oggi la grande festa, con le celebrazioni a Edolo che hanno coinvolto, oltre ai cittadini, tutta la Valle Camonica e anche la Lombardia. Presenti le autorità, la banda dei vigili del fuoco di Magenta (Milano) e i vigili del fuoco di Malé (Trento).

La giornata si è aperta con lo stand in piazza Martiri delle Poste per l’annullo filatelico, quindi l’alzabandiera presso le scuole elementari “Battisti” in viale Derna, seguito dalla sfilata per le vie di Edolo fino alla chiesa parrocchiale. Il corteo era aperto dai mezzi dei vigili del fuoco di Edolo, seguito dalle autorità, con in testa il sindaco di Edolo, Luca Masneri, e altri quindici primi cittadini dell’Alta Valle Camonica, con tanto di fascia tricolore, il consigliere regionale Angelo Fabio Fanetti, il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Brescia, Giulio De Palma, il presidente dell’Associazione Vigili del Fuoco, Roberto Magavero, quindi i vigili del fuoco in erba,  le associazioni di Edolo, l’Arnica di Berzo Demo, la Protezione Civile di Sonico e della paesi dell’Alta valle, le squadre del servizio antincendio,  i vigili del fuoco di Malè, i mezzi dei vigili del fuoco di Vezza d’Oglio e i cittadini. Al passaggio del corteo un bagno di folla con centinaia di persone che hanno salutato i pompieri edolesi.

Nella parrocchia di Santa Maria Nascente don Luca Danesi ha celebrato la Santa Messa e durante l’omelia ha avuto parole di elogio e ringraziamento per i vigili del fuoco: “Siete sempre in prima linea e il vostro lavoro è preziosissimo per l’intera comunità”. Al termine della celebrazione eucaristica, sempre in chiesa ci sono stati i saluti delle autorità.

GLI INTERVENTI

Il primo cittadino Luca Masneri ha ringraziato i pompieri per la loro attività: “In questo week end – ha detto Masneri – i vigili del fuoco festeggiano il 125° anniversario, un appuntamento importante per la nostra comunità. I vigili del fuoco sono fondamentali per la sicurezza del territorio”.

Il sindaco ha ringraziato i suoi predecessori (Marniga e De Toni) per essere presenti alla feste dei vigili del fuoco e indicato i prossimi traguardi: “Siamo vicini ai vigili del fuoco – ha proseguito – nella realizzazione degli spogliatoi, e chiedo ai colleghi sindaci di aiutarci nel progetto di acquisto di un nuovo mezzo in grado di raggiungere tutte le frazioni del paese”.

Il consigliere regionale Angelo Fabio Fanetti ha evidenziato l’impegno per il tessuto sociale dell’Alta Valle Camonica dei vigili del fuoco, ricordando due date: “27 luglio 2006- 27 luglio 2012″. “In quelle occasioni – ha detto Fanetti – i vigili del fuoco sono stati fondamentali”.

Sono poi interventi Giulio De Palma, comandante provinciale dei vigili del fuoco di Brescia, e Roberto Magavero, presidente nazionale dell’Associazione vigili del fuoco, che hanno rimarcato l’impegno nonostante le difficoltà degli ultimi anni e la spending review che tocca anche il corpo dei vigili del fuoco.

Il responsabile del distaccamento dei vigili del fuoco di Edolo, Sandro Malgarotti, ha concluso ringraziando tutti, in particolare i volontari di distaccamento di Edolo che garantiscono un servizio sulle 24 ore.

L’ESIBIZIONE 

Al termine della Santa Messa, accompagnati dalle note della banda dei vigili del fuoco di Magenta il trasferimento al campo sportivo dove don Luca ha benedetto i mezzi dei vigili del fuoco, quindi le note della banda dei vigili del fuoco di Magenta e l’esibizione dei vigili del fuoco di Malé che al campo sportivo si sono esibiti con un intervento con tanto di  scala alta più di dieci metri.

Al termine della mattinata il pranzo nei ristoranti convenzionati di Edolo con lo speciale menù del pompiere.

di Alberto Panzeri


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136